Questo sito contribuisce alla audience di
Scritto da: Marianna Mansueto
Mi trovai addosso i suoi occhi dalle lunghe ciglia ricurve, e sentii le gambe farsi di caucciù. Avvampai come il giorno in cui mi aveva preso le mani nel corridoio della scuola. Mi guardava dentro, e io sarei voluto cadere in ginocchio, implorare perdono per le mie miserie, supplicarla di portarmi con sé in un mondo dove l'aria era più fine e non bisognava scontare la fatica di crescere un giorno alla volta.

Immagini con frasi

    Info

    Scritto da: Marianna Mansueto

    Commenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:0.00 in 0 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti