Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: lafiorentina
Accade che un giorno ti guardi allo specchio e non sei più tu. Osservi la fronte più ampia, il pozzo più scuro degli occhi, ti soffermi sull'intreccio sottile di rughe. Capisci di essere solo, non di esserlo diventato ma di esserlo stato da sempre. Si nasce e si muore soli, due eventi grandiosi con un unico protagonista e tra questi si evolve la vita che spesso è un monologo contraddittorio nel continuo tentativo di ovviare alla solitudine, un cercare di uscire da questa realtà intrinseca. Si tendono mani, si trovano occhi, si ascoltano voci, tutto per sentirsi meno perduti. L'errore più grande è voler mettere la propria felicità nelle mani di un altro. L'errore più grande è illudersi di non essere soli.

Immagini con frasi

    document.write('');window.__cmpWait(function(){document.getElementById("singlequote-ad").className+=" adsbygoogle";pp.jss("//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js?client=ca-pub-3821133970955797","googleadsjs",0,{crossorigin:"anonymous"});(window.adsbygoogle=window.adsbygoogle||[]).push({})})

    Info

    Scritta da: lafiorentina

    Commenti

    3
    postato da , il
    Siamo tutti soli. Purtroppo...
    2
    postato da , il
    Perchè? Chi lo dice? L'essere umano è un animale sociale e si riconosce negli occhi di un altro essere umano. L'uomo ha bisogno di alterità, di incontro, di contatto. Altrimenti muore.
    1
    postato da , il
    giusto!!!

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:9.41 in 105 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti