Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: Gaia Moschetti
Guardavo quegli occhi, quasi sembrava brillassero ma piano piano mi ci immergevo, in quell'azzurro quasi celestiale; guardavo i suoi capelli, la sua barba, castana a tratti bionda quasi bianca, come il tempo che passa. Erano uguali, troppo simili per non appartenersi, non come me, che non gli ero mai appartenuta. Mi svegliai, era solo un sogno, ma lui ormai era solo un ricordo passato.
Composta mercoledì 2 dicembre 2015

Immagini con frasi

    document.write('');window.__cmpWait(function(){document.getElementById("singlequote-ad").className+=" adsbygoogle";pp.jss("//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js?client=ca-pub-3821133970955797","googleadsjs",0,{crossorigin:"anonymous"});(window.adsbygoogle=window.adsbygoogle||[]).push({})})

    Info

    Scritta da: Gaia Moschetti
    Riferimento:
    A.G.

    Commenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:8.00 in 5 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti