Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: VikyPunx
Veronika spinse la porta della sala di soggiorno, si avvicinò al pianoforte, aprì il coperchio e, con ogni sua forza, affondò le mani sulla tastiera. Si sprigionò un accordo folle, sconnesso, irritante, che echeggiò nell'ambiente vuoto rimbalzò sulle pareti e tornò alle sue orecchie sotto forma di un rumore acuto, che sembrava graffiarle l'anima. Ma, in quel momento, era proprio quello il miglior ritratto del suo intimo.

Immagini con frasi

    Info

    Scritta da: VikyPunx

    Commenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:8.25 in 36 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti