Questo sito contribuisce alla audience di
La città dei matti

Frasi dal Libro:La città dei matti

Anno:
2009
Autore:
Domenico Esposito Mito
Editore:
Mond&Editori

Non è affatto vero che tutti i bambini sono buoni, puri e ingenui. Forse sono ingenui, ma la loro ingenuità può portare più al male che al bene. Una persona o un bambino che non conosce il male può commettere una malvagità proprio perché non sa che è una malvagità, così come invece un bambino che conosce il male può capire che il male è sbagliato e quindi non commette malvagità.
dal libro "La città dei matti" di Domenico Esposito Mito
Vota la frase: Commenta
    Se io ti dico che sei una grande persona, non devi sentirti pienamente soddisfatto. Altrimenti penserai che basti così, che quello sia il tuo limite, invece devi sempre andare avanti, fino a quando non trovi un muro, e se puoi, perché non sfondare anche quel muro!? Magari ci sarà un'altra strada aldilà di quel muro che ti porterà ancora più avanti, e potrai salire sempre più in cima!
    dal libro "La città dei matti" di Domenico Esposito Mito
    Vota la frase: Commenta
      Se io ti dico che sei un fallito, mi devi dimostrare che mi sbaglio. Se io ti dico che sei una grande persona, non devi sentirti pienamente soddisfatto. Altrimenti penserai che basti così, che quello sia il tuo limite, invece devi sempre andare avanti, fino a quando non trovi un muro, e se puoi, perché non sfondare anche quel muro!?
      dal libro "La città dei matti" di Domenico Esposito Mito
      Vota la frase: Commenta
        Io credo che le persone bisogna conoscerle più da vicino
        prima di descriverle in un certo modo. Bisogna conoscerle in
        ogni ambiente, in ogni situazione, perché ognuno di noi cambia
        atteggiamento in base al luogo, alla situazione o la gente in
        mezzo a cui si trova o anche in base all'età e soprattutto in
        base all'umore, così come i camaleonti cambiano colore in
        base all'oggetto su cui si trovano. Non possiamo dire che una
        persona è chiusa di carattere solo perché con noi non si apre, e
        di conseguenza, proprio per il fatto che non si apre con noi,
        mai potremo dire di conoscerla bene.
        D'altronde, nessuno di noi conosce fino in fondo il suo
        prossimo, neanche i migliori amici si conoscono bene tra di
        loro. Neanche un genitore conosce bene il proprio figlio, e non
        sa mai cosa esattamente gli frulla per la testa. Perché in fondo
        nessuno di noi conosce bene neanche se stesso. Quindi se non
        conosciamo bene noi stessi come pretendiamo di conoscere
        bene gli altri?
        Composta martedì 15 marzo 2011
        dal libro "La città dei matti" di Domenico Esposito Mito
        Vota la frase: Commenta
          Si dice che il pazzo sia il prodotto della società, che noi cosiddetti "sani", noi che emarginando le persone, deridendole e abbandonandole provochiamo in loro degli squilibri mentali, noi, con la nostra cattiveria, con il nostro menefreghismo, con il nostro egoismo.
          Composta domenica 13 marzo 2011
          dal libro "La città dei matti" di Domenico Esposito Mito
          Vota la frase: Commenta
            Eh! Vedi mio caro, la differenza tra me e te è questa: tu studi, io rifletto, io ragiono. Io sono un amante della cultura. Sebbene io non sia mai stato un bravo studente, ho sempre amato la cultura, tu invece sei un bravo studente, ma non sei amante della cultura quanto me.
            Composta sabato 30 ottobre 2010
            dal libro "La città dei matti" di Domenico Esposito Mito
            Vota la frase: Commenta