Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Vincenzo Giovinazzo
C'era un tempo per i miracoli della fede.
C'è un tempo per i miracoli della scienza.
Un giorno il medico potrà, lo spero, dirmi: prova ad alzarti, perché forse cammini!
Ma non ho molto tempo, non abbiamo molto tempo.
E, tra una lacrima e un sorriso, le nostre dure esistenze non hanno certo bisogno degli anatemi fondamentalisti religiosi, ma del silenzio della libertà, che è democrazia.
La nostre esistenze hanno bisogno di una cura per corpi e spiriti.
Le nostre esistenze hanno bisogno di libertà per la ricerca scientifica. Ma non possono aspettare.
Non possono aspettare le scuse di uno dei prossimi papi.
dal libro "Il maratoneta. Da caso pietoso a caso pericoloso. Storia di una battaglia di libertà" di Luca Coscioni
Vota la frase: Commenta