Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: Foriero112
Sofferenza...
Strisciante qual serpe velenosa,
invade il corpo dell'ignaro astante:
debilita la mente, incatena il cuore
rende la vita una gabbia di dolore.
Composta giovedì 30 novembre 2006

Immagini con frasi

    document.write('');window.__cmpWait(function(){document.getElementById("singlequote-ad").className+=" adsbygoogle";pp.jss("//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js?client=ca-pub-3821133970955797","googleadsjs",0,{crossorigin:"anonymous"});(window.adsbygoogle=window.adsbygoogle||[]).push({})})

    Info

    Scritta da: Foriero112

    Commenti


    6
    postato da , il
    Caro Vincenzo, al contrario sono una persona molto semplice che non riesce neppure a stare al passo con i tempi.
    Le tecnologie mi ubriacano e faccio diventare così, difficili le cose semplici. Poi non parliamo dei tempi di reazione che si dilatano giorno dopo giorno: ma veramente sono lusingato per come tu mi hai definito.
    Invece sono una persona che ha vissuto per un lungo tempo e forse la vita, qualcosa mia ha insegnato.  In te invece, scopro una lirica spontanea e genuina! Ciao caro amico.
    5
    postato da , il
    Senza dubbio te la meriti caro amico. si evince questo da ogni tua frase e da ogni tuo commento.
    le incomprensioni sono trabocchetti che vengono inseriti sul nostro percorso, ma se ponderate risulta alla fine che invece di dividere... uniscono!
    4
    postato da , il
    Io ti comprendo e ti ho voluto spiegare il tutto, affinchè fra la nostra amicizia non si frapponessero ombre e proprio perchè avevo inteso che era stato inteso male il mio messaggio: per la dedica. non l' avevo scritta per non influenzare la votazione ed evitare di essere trattato con preferenza.
    Sono  però contento di non haver perduto un'amico così importante. Ciao. Silvano.
    3
    postato da , il
    Per quello che riguarda la morte, essa è soltanto il mezzo che pone la parola fine allo stato di sofferenza: non è tanto alla sofferenza fisica alla quale il malato viene se  ottoposto, ma a quella psicologica che è ben più distruttiva di quella fisica ma che comunque anch'essa si arrende di fronte alla morte senza lasciar traccia.
    Soltanto la fede che per fortuna non mi manca mi ha dato la forza di combattere, così ho portato la mia croce con fiducia e pazienza e spero di aver risolto il mio problema.
    2
    postato da , il
    Caro Vincenzo:  giusto! Tutti hanno il diritto di esprimere la propria opinione e credo che vista dal tuo canto tu non abbia potuto percepire questa sensazione: con questo, non te ne faccio una colpa, ma penso che la percezione del dolore sia soggettiva e ognuno di noi la esprime  secondo come l'ha vissuta.
    Io, ho superato per ben due volte uno scoglio oltremodo appuntito con chemioterapie e tante altre prove,
    So con certezza di non essere il solo che ha subito tali torture e per questo quando mi è toccato ho messo mano alla fede e alla speranza, le quali mi hanno dato tanto aiuto e conforto.
    E' per questo che non posso pensarla come te! Ciao caro amico!

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:9.50 in 2 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti