Scritta da: asterisco
Odi et amo. Quare id faciam, fortasse requiris. Nescio, sed fieri sentio et excrucior.
Ti odio e ti amo. Ti Chiederai come faccia!
Non so, ma avviene ed è la mia tortura.

Immagini con frasi

    Info

    Scritta da: asterisco

    Commenti


    39
    postato da , il
    Clodia  era l'amante di  Catullo, ma non  era  la sola,  Catullo  amava l'amore in tutte  le sue forme, anche sessuali e lo dice, in  molti suoi  versi,  quando  cita la bellezza  maschile e gli occhi  del fanciullo adorato ...
    Sabina Nenè Falivene
    38
    postato da , il
    questa la imparai a memoria...mi colpi e solo oggi ne colgo l'essenza
    37
    postato da , il
    Catullo a scuola era uno dei miei poeti preferiti..in questa poesia si rivolge alla donna amata chiamata da lui Lesbia in onore di Saffo nata nell'isola greca di Lesbo dove gestiva un tiaso nel quale venivano educate le fanciulle mediante culti dedicati alla dea Afrodite. Il vero nome di Lesbia è Gloria che era la donna che lui amava con la quale ha vissuto intense emozioni ma nonostante i tradimenti di lei lui non cessò mai di amarla.
    36
    postato da , il
    Catullo la chiamava Lesbia dal Greco antico lesbizien, ovvero fare preliminari. Nell'Isola di Lesbo si preparavano le fanciulle bene ad essere delle donne esperte in qualsiasi arte. Dunque Catullo la chiamava Lesbia come "Bocca di Rosa" della canzone di DeAndré
    35
    postato da , il
    No,non mi ritengo una latinista fallita, ma in me si muovono entrambi i sentimenti, odio e amore. La causa potrebbe essere una poesia in latino non conclusa, che prima di morire concluderò.Allora, solo allora prevarrà l'amore.Florence

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:8.70 in 222 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti

    Questo sito contribuisce alla audience di