Questo sito contribuisce alla audience di
Sono scesa nella tua tomba perseguitata dalla follia, rincorso la mia anima nelle tue grida disarmanti e risalito la vita fingendomi mascherata. Un pensiero per una strada appuntita libera il mio corpo: le assenze e possono essere gusci di sale, i silenzi tuoni nel cielo sereno. Non si cammina mai senza la certezza che gli spiriti possano sussurrarsi parole e dormire accanto come giovani amanti.
Composta domenica 26 giugno 2016

Immagini con frasi

    Info

    Ha partecipato al concorso
    PensieriParole ti fa volare!

    Commenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:2.50 in 2 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti