Scritta da: Elisabetta
Il Distruttore, figlio del dio Sole, si mise in cerca un giorno di quattro streghe, perchÚ voleva ucciderle.
La prima che incontr˛ tremava e si torceva al suo cospetto, per˛ non di paura. Freddo era il suo nome. "Se tu mi uccidi" disse "il caldo regnerÓ e il grano non potrÓ crescere senz'acqua che lo bagni."
Il Distruttore disse: "Vecchia hai ragione, io non ti uccider˛".
Fame era la seconda, ella cosý parl˛: "Se tu mi uccidi il cibo verrÓ a noia alla tua gente". Ed egli disse: "E vero, la gioia di ogni festa sparirebbe con te. Io non ti uccider˛".
La terza era PovertÓ. "Uccidimi" ella disse sono cosý infelice! Per˛ sappi che morta io mai pi¨ i vestiti potranno consumarsi e la tua gente non avrÓ pi¨ il sapore delle cose nuove.
Ed egli disse: "╚ vero, la mia gente gode degli abiti nuovi. Non ti uccider˛".
L'ultima strega, la pi¨ vecchia e curva, disse: "Se tu mi uccidi, la Gente non morirÓ mai pi¨, nÚ nuovi bambini nasceranno, al mondo sarÓ un popolo di vecchi.
Lasciami andare e la Gente crescerÓ, giovani forti prenderanno il posto dei vecchi che prender˛ per mano.
Sono la Morte, amica non compresa della Gente."
"Nemmeno te posso uccidere" concluse il Distruttore.
╚ cosý che Morte, Miseria, Fame e Freddo, vivono tra di noi.
Il figlio del Sole, tornato dal suo viaggio, spieg˛ a tutti quanti queste cose.
Trib¨ Indiana Navajo
Vota la frase: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di