A te, che davanti intravedi solo un cammino
Lungo e doloroso da percorrere,
Che senti l'anima vuota per quella ferita latente
e nella tua mente si aggirano mille perché?
A te, che trascorri le notti insonni
Consumate dalle lacrime, invase da quei ricordi che ti univano a
Quella persona cara e che non riesci più a mandare via.
A te, che sei convinto che tutto sia finito,
Che non ci sia speranza alcuna:
"Asciuga il tuo pianto e Rallegrati come un bambino!"
Perché solo quando avrai accettato la loro partenza
conoscerai la gioia del loro ritorno,
e con loro intraprenderai un nuovo viaggio
Avvolto dall'amore e la serenità
Per tutta l'eternità; pertanto
Asciuga il tuo pianto e Rallegrati come un bambino!
Marcela Alejandra Mingrone
Composta lunedì 7 settembre 2009
Vota la frase: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di