Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: Eleonora M.
Dicono che piangere sia la dimostrazione della propria debolezza. Non so se questo è vero ma so che io non piango, e che questa non è affatto la dimostrazione della mia forza.
Composta giovedì 26 novembre 2009

Immagini con frasi

    document.write('');window.__cmpWait(function(){document.getElementById("singlequote-ad").className+=" adsbygoogle";pp.jss("//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js?client=ca-pub-3821133970955797","googleadsjs",0,{crossorigin:"anonymous"});(window.adsbygoogle=window.adsbygoogle||[]).push({})})

    Info

    Scritta da: Eleonora M.

    Commenti

    3
    postato da , il
    Piangere è la nostra anima che chiede aiuto. E' quella cosa che succede quando ti accorgi di non riuscire a vincere senza qualche rinforzo. La gente come me, quella che non piange mai, perde in partenza. Nessuno può combattere da solo.
    2
    postato da , il
    Qualunque sia il tipo di pianto non và trattenuto, altrimenti aumenta la sofferenza, il non piangere è un blocco interiore,  serve aprirlo, tu sei intelligente e puoi farlo.
    1
    postato da , il
    che strana cosa è il piangere, non credo sia un segno di debolezza, ci sono vari tipi di pianto, di gioia, oppure quando muore un nostro caro a volte può essere il sentirsi in colpa verso di lui. Io credo che tu ti riferisci al pianto del dolore interno, della solitudine, della ricerca di una mano che ti accarezzi, la ricerca di un'aiuto a superare i dolori della vita,    o forse no   chissà.   ciao

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:9.50 in 10 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti