Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: Assunta De Rosa
Ti amavo, perdio. Ti amavo al punto di non poter sopportare l'idea di ferirti pur essendo ferita, di tradirti pur essendo tradita, e amandoti amavo i tuoi difetti, le tue colpe, i tuoi errori, le tue bugie, le tue bruttezze, le tue miserie, le tue volgarità, le tue contraddizioni, il tuo corpo con le spalle troppo tonde, le sue braccia troppo corte, le sue mani troppo tozze, le sue unghie strappate.
dal libro "Un uomo" di Oriana Fallaci

Immagini con frasi

    Info

    Scritta da: Assunta De Rosa

    Commenti


    6
    postato da , il
    Infatti non è Lettera a un bambino mai nato...
    5
    postato da , il
    ma questo è un altro libro... è UN UOMO gente
    4
    postato da , il
    Perdere il  bambino tanto atteso e non poterne averne altri, non esiste un dolore più grande e te lo porti per il resto dei tuoi giorni senza
    contare su nessuno, perchè il maschio non lo può pienamente comprendere!!!!!
    3
    postato da , il
    da anni è la mia frase preferita...
    2
    postato da , il
    Credo che non ci sia cosa più bella, e questa frase personalmente la trovo quasi struggente, perchè prima si rivolge a Panagulis direttamente, poi indirettamente perchè lui non c'è più ...

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:8.91 in 66 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti