Area Riservata

Poesie romane


poesia postata da: Elisabetta, Poesie (Poesie vernacolari)
S'avvicina er gran momento,
so' arrivate le elezioni,
ce sta in
giro un gran fermento,
rafforziam le posizioni.

'Sto governo 'na schifezza,
ar
ventennio siam tornati,
quel che emana na monnezza,
della qual
ci siam stufati.

Famo tutti opposizione,
damo er voto
all'altra parte,
vedi un po' che 'sto scossone,
arimescoli le
carte.

Chiamo pure chi s'astiene,
e ne conosco le ragioni,

ma stavolta forse bene,
daje er voto a 'sti cojoni.

Nun
lo faccio pe' fiducia,
troppe volte m'han tradito,
la ferita
sempre brucia,
a chi credeva ner partito.

E' legittima difesa
p'er presente e p'er futuro,
pe' qualcun sar 'n' offesa
ma er
momento proprio scuro!

poesia postata da: Valerio Agostino Baron, Poesie (Poesie vernacolari)

Mezzogiorno

Mexod no'l xe un posto
vissin o lontan,
sconossuo o xa conossuo,
'no a xe 'na region o 'na nassion,
ma vardando ben
ma proprio ben-ben
a mexod anca qua da nialtri
come par el resto del mondo
... se magna.
Basta, ora 'na sea proea
par dir tuto
Magna Ti
Magno Mi
Magna anca al me can
an an an.
I altri anca se i varda...
nialtri semo passui.


Mezzogiorno non una localit
vicina o lontana,
sconosciuta o gi conosciuta,
non una regione o una nazione,
ma guardando bene
ma proprio bene-bene
a mezzogiorno anche qui da noi
come nel resto del mondo
... si mangia.
Basta, allora solo una parola
per dire tutto
Mangia Tu
Mangio Io
Mangia anche il mio cane
cane cane cane.
Le altre persone anche se guardano...
noi siamo gi sazi.
Composta
sabato 13 marzo 2010
Dedica:
Dedicata al Governo che cominci a dire le parole "chiare e nitide" e non mascherate da "Mezzogiorno" - Mezzogiorno solo le ore 12,00.


poesia postata da: Giorgio De Luca, Poesie (Poesie vernacolari)

La mimse - 8 Marzo, Festa della Donna

Se cunfnne nghe lu culre
de la jenestre, ma qulle
fa blla mostre sole fre
a la fenstre.

Pe ll'arie se spnne l'addre...

Ecchele la mimse!

Te la fcce lssce e delecte,
arilce gn lu sole
dentr'a ss'ucchie 'mmaculte.

La Mimosa

Si confonde con il colore
della ginestra, ma quella
fa bella mostra solo fuori
la finestra.

Nell'aria s'effonde il profumo...

Ecco la mimosa!

Ha la faccia liscia, delicata,
riluce come il sole
nei tuoi occhi immacolati.
Composta
luned 8 marzo 2010
Dedica:
A tutte le Donne.

poesia postata Poesie (Poesie vernacolari)

Campsantu in riva a-o m / Camposanto in riva al mare

Campusntu in riva a-u m:
ch u sain che strina l'erba,
rde cruxi e miagge in gu.

Drentu a sciocca aena fna
morti antighi e morti nuvi;
agugette i-n d'inturnu,
e sciascetti neigri e gianchi
e f d'aighe trasparenti.

U l' in triste campusntu:
e-u m immensu ghe cianzucca
cu-e s egue l vixin.

--

Camposanto in riva al mare:
qu il salino (=sain) strina (=strina) l'erba,
erode (=rde) croci e muri (=miagge) attorno.

Dentro la soffice (=sciocca) sabbia (=aena)
morti antichi e morti nuovi;
conchigliette (=agugette) hanno intorno
e sassi (=sciascetti) neri e bianchi
e fili di alghe (=aighe) trasparenti.

un camposanto triste:
e il mare (=m) immenso che piagnucola (= cianzucca)
con le sue acque (=egue) l vicino.

poesia postata Poesie (Poesie vernacolari)

Bellessa antiga / Bellezza antica

Boscu in ottobre
cu-e prime castagne,
e inturnu roxiun
a sciame e silensiu.

A sentu, ogni tantu,
arvise i-na rissa
e-i fruti che i cazze
sfrecciandu tra e fugge.

Me chu, prestu, chugge
de questa bellessa
antga e pulitta
e mettila in t! "

--

Bosco di ottobre
con le prime castagne
e intorno brughiera (=roxiun)
e silenzio

Sento, ogni tanto, aprirsi (=arvise) un riccio (=rissa)
e i frutti che cascano (=cazze)
sfrecciando tra le foglie.

Mio cuore, presto, raccogli
di questa bellezza
antica e pulita
e mettila dentro di te!

Fai pubblicit su questo sito