Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Dobbiamo avere fede che la ragione produca la..." di Abraham Lincoln


31
postato da , il
Per Yang Tzu: la fede nell'io senza la consapevolezza del noi, che è Dio, è presunzione e follia. Ciascuno di noi è NULLA senza gli altri: unus homo, nullus homo.
   A parte ciò, questa frase a mio avviso NON ha un senso, perché
1) dalla ragione non nasce e non potrà mai nascere la forza, alla stessa identica maniera in cui dalla forza non potrà mai nascere la ragione;
2) anche la fede e la ragione sono due grandezze incommensurabili, come dimostrano le migliaia di teologie, teogonie e teosofie di cui è piena la storia del pensiero umano che ha tentato, nei secoli, di costruire motivazioni razionali della fede. Anche qui la corrispondenza è biunivoca, perché se vuoi capire cosa sono i tensori, o studi, o puoi avere tutta la fede che vuoi, ma non cavi un ragno dal buco.
     La frase è dunque un esempio paradigmatico (anche alquanto primitivo, in verità) di frase ad effetto idonea ad ottenere consenso politico da masse superficiali (di cui quelle americane erano e sono tuttora l'esempio più lapalissiano). E' uno slogan alla  "Yes we can", per intenderci.  Nulla di più...  :))
30
postato da , il
Per Giulio: nelle condanne non c'è alcun valore intrinseco. Il diritto penale (e il diritto in genere), in quanto disciplina esteriore dei rapporti sociali, è una forma estremamente primitiva di convivenza, perché la norma richiede l'uso della forza al fine di farla applicare; e la forza DI PER SE' non reca in sé valore alcuno. La norma morale, viceversa, è interiore: e una eventuale coazione al riguardo è quanto di peggio possa immaginarsi (leggi: inquisizione, e via dicendo).
     Purtroppo, mio caro Giulio, quando dico che questo è il pianeta delle scimmie non dico cosa che molto si discosti dal vero.
29
postato da , il
Questa frase ha un senso se la fede è in noi stessi, se invece d'aver fede in te stesso hai fede verso un dio, aspetta e spera, altro che forza.
28
postato da , il
Per mero esercizio sofistico :
Se la frase "usa amore per gli altri e soccorri i sofferenti" è dotata di valore inrinseco , anche nelle condanne - condanne che cagionano sofferenza agli altri e che nulla hanno a che vedere con l' amore -  conseguenti ai più svariati reati vi è un valore intrinseco ?
Se si , cosa si deve intendere- dunque-  per valore intrinseco ?
27
postato da , il
Questo purtroppo è vero. I cristiani veri sono ormai come mosche bianche, e spesso... sono samaritani o pagani, cioè non rientrano neanche tra i battezzati. Lo sfacelo avvilente delle curie è poi sotto gli occhi di tutti.
    Il problema, sai qual è? E' che la STRUTTURA Chiesa cattolica, l'establishment clericale, è sin dal suo inizio IN ANTITESI col cristianesimo:  Cristo ha predicato e praticato la povertà, non come fare a divenire capi di uno Stato sovrano, né come gestire immensi patrimoni,  e neanche come individuare equilibri politici CON CHIUNQUE al mero scopo tenere in equilibrio una struttura di potere.
     In questo contesto, e con questi pastori, è necessario essere autodidatti: sentire tutte le campane, per carità, ma instaurare il proprio CONTATTO PERSONALE con il proprio infinito, che è Dio, senza mediazioni scandalizzanti (e scandalose).
     Io parlo forse troppo duro e troppo chiaro; ma credimi, Vincenzo, i mercanti sono nel tempio da troppo tempo. E scandalizzano la gente, che si allontana purtroppo non da loro, ma dal messaggio di Cristo. Questo è l'aspetto terribile della faccenda.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti