Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Non mi piace Nietzsche perché ama la..." di Bertrand Arthur William Russell


222
postato da , il
Io credo che se tutto questo fosse potuto accadere 50 anni fa oggi saremmo in guerra forse la terza guerra mondiale, ma dato che i Paesi Europei e
l'America non hanno interesse a far morire la popolazione (non potrebbero più spendere) hanno pensato ad una 'guerra economica'. Azzerano i conti e i bisogni e quando non avremo più nulla avremo di nuovo bisogno di tutto proprio come il dopoguerra....''ma noi non ci saremo...'' !
221
postato da , il
Anche l'india sta lentamente diventando una città capitalistica. ora sono tutti euforici dal progresso ( o quello che per loro è progresso).
A volte mi capita di andare su you tube a osservare inglesi, francesi tedeschi giapponesi indiani e arabi... e con l'aiuto della traduzione automatica nel mio pc in silenzio leggo i loro commenti e quello che si dicono quando commentano tra di loro. E quello che ho notato più di tutto è il linguaggio e l'atteggiamento che hanno. Quasi identico al nostro. Il linguaggio del consumista . Non c'è quasi più differenza di culture.,... come se qualcosa avesse dato una nuova lingua universale.
Le caratteristiche che rendevano particolari le differenze , lentamente stanno scomparendo. Tutto sembra un unica moda in una sola espressione che ha cambiato l'essere umano dal suo interno.
Le eccezioni saranno i bersagli principali da colpire un domani.
220
postato da , il
Quella che è entrata in crisi, e non è una crisi passeggera, ma profondissima e senza soluzione, è proprio la civiltà dei consumi, con il suo supercredito fasullo fatto di 1 milione vero che genera decine di milioni di obbligazioni senza fine garantite le une dalle altre... Quando tutto questo crollerà senza che lo si possa più sostenere,  e la gente prima spremuta e poi rimasta senza un soldo si ribellerà sempre più drammaticamente, verranno a galla, in un crescendo di ribellioni e repressioni, le anime autoritarie mai sopite, con i loro coprifuochi, le loro delazioni, la criminalizzazione delle opposizioni, eccetera: e non si potrà parlare più. Purtroppo ci avviamo verso decenni e forse secoli bui, questo non è che appena l'inizio. E' il crollo della civiltà occidentale...
219
postato da , il
Loro vogliono che tu rimanga nella confusione del :
" tutto è vero, niente è vero ".
218
postato da , il
Ho risposto al commento ma ho perso la connessione e non è stato inviato. Non mi va di scriverlo tutto di nuovo.Il mio non era un paragone tra montanelli e travaglio. Erano molto diversi e montanelli aveva un esperienza sconfinata...anche se il mondo del giornalismo non è un mondo che mi affascina più di tanto. Anzi, molto poco.
Non credo che la libertà di parola verrà violata. In italia , come in buona parte del mondo la cosa più importante è che tu sia un consumatore. Non importa a che religione appartieni, che lingua parli come parli e cosa fai..l'importante è che tu consumi. quasi ogni settimana le industrie farmaceutiche inventano una nuova malattia da curare.
Secondo me tutto gira intorno a quello che diceva Pasolini quando parlò della nascita della civiltà dei consumi.
Non penso che negheranno la libertà. Negando la libertà (che comunque ti somministrano a piccole dosi)  perderebbero profitti.

Saluti

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti