Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Non mi piace Nietzsche perché ama la..." di Bertrand Arthur William Russell


217
postato da , il
Tuttavia, mio giovane amico, in Italia abbiamo ancora una grande fortuna: quella di poter dire liberamente queste, e tante altre cose. Ma dura poco, perché qualcosa mi dice che tra breve non sarà più così.
216
postato da , il
Non dico quindi che non mi sia piaciuto Travaglio per il passato. Dico solo che non mi piace più. Assolutamente.
215
postato da , il
Quanto poi a Travaglio, io non discuto sulla partenza; ma sul percorso e sul prevedibile arrivo (ormai è in dirittura). Montanelli (insieme a tanti) aveva inizialmente parlato bene anche di Berlusconi. Poi però ha aperto gli occhi. Tra le altre cose, Montanelli era uno che non aveva paura di dire "ho sbagliato".
214
postato da , il
Inoltre - l'ho già detto e lo ripeto - Grillo può dire di Berlusconi ciò che vuole, ma la verità è che 8 milioni di voti al suo "movimento" sono serviti a fare andare al Governo il PDL . Questa è una verità drammatica e incontestabile (sfiderei Travaglio a negarlo!), che pesa e peserà come un macigno sul futuro dell'Italia.
213
postato da , il
Vedi, io a suo tempo votai Grillo non per lui (vecchio volpone smaliziato e conoscitore di ogni tattica per incuriosire e accendere le platee), ma per le facce pulite di quei ragazzi. Il sindaco di cui parli ha potuto agire perché non ha incontrato veti, e perché non ha dovuto subire le direttive di Grillo circa la politica nazionale del "suo" partito (parlare di "movimento" è una fregatura: in Italia non esistono movimenti, esistono solo i partiti, e come partito il M5S ha presentato il simbolo ed è stato votato). La verità è che: 1) il M5S è il partito di Casaleggio e di Grillo (basta esaminarne lo statuto, anzi: il non-statuto); 2) la democrazia "liquida" tanto reclamizzata da "faccia di rana" è al momento un sogno, e lo sarà per molto tempo; 3) per conseguenza, i parlamentari eletti non sono portavoce di chi li ha eletti, ma di Grillo e Casaleggio. I 4 gatti che esprimono il voto on line sono in tutta evidenza solo una copertura; 4) Il PDL ce lo ritroviamo al Governo perché Grillo ha messo in congelatore i voti moderati, compreso il mio. Questa è la verità. Che poi a Forlimpopoli o a Canicattì ci sia il sindaco grillino che fa la festa dei giovani... beh, sicuramente sarà  persona seria ed onesta, ma ai giovani (e a tutti noi) qualcun altro fa quotidianamente la festa a Roma.  Ai giovani e a tutti serviva un governo progressista, cui Grillo ha rifiutato di partecipare nella folle illusione di poter raggiungere da solo la maggioranza in futuro (dopo il governo PD-PDL, che pure serviva e serve per salvare il Paese dallo sfascio di elezioni inutili per via della legge elettorale che abbiamo). Folle illusione, perché quei voti congelati non dimenticheranno mai l'esperienza del congelatore, e voteranno scheda bianca o chiunque pur di non ripetere l'esperienza. Questa non è un'opinione, ma un'analisi pratica ed avvilita della realtà, già rivelatasi estremamente realistica dopo il voto amministrativo. La verità è purtroppo che non c'è speranza, Grillo o non Grillo.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti