Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Ira funesta Non Ti adirare Dio se spio nelle..." di Flavia Ricucci


66
postato da , il
Pino,
come può succedere ciò?
65
postato da , il
Non reagisco più ....???
  il campo di forze
che può essere negativo -  positivo o neutro
in questo momento è neutro.
Non sono né con Dio né con Satana

Nei ragionamenti religiosi  l'umanità viene divisa sempre in buoni e cattivi
quali siano i buoni e quali i cattivi è relativo alla posizione occupata ma, e
bisogna approfondire  il fenomeno, è accaduto che, nel giorno di Batman, un giovane di 24 anni, laureato in neuroscienze, ha detto "sono io il cattivo".
64
postato da , il
... Ma poi, quelle candele sono servite a qualcosa?  :)
63
postato da , il
hahahaha!! Pino: mi becco volentieri le lenzuola se esprimono qualcosa di interessente, come, in genere sono gli argomenti che tratti...Ho già sentito parlare, molto spesso, della forza che la preghiera riveste, soprattutto se coinvolge molte persone. Mi pare che questa particolartà sia stata discussa in occasione di alcuni fatti inspiegabili (miracoli?) accaduti a Lourdes, in cui gruppi di fedeli pregavano con molta fede e quindi deduco, anche con molta concentrazione. Pino, io non metto in dubbio niente, perche' riconosco che nella nostra mente c'e' qualcosa che sfugge e che e' portentoso....non so chiamiamolo come vogliamo, forse l'anello che ci unisce al Sovranaturale...Nel mio commento precedente, però, io alludevo alle preghierine che si fanno da ragazzi, tipo quando non hai studiato e speri tanto che il prof non ti interroghi...sai quante candele ho acceso io alla Madonna degli  studenti che si trova nella chiesa di San Lorenzo, costruita in posizione strategica tra due licei e un istituto commerciale? 'Na cifra, per dirla alla romana...ecco io alludevo a questo, forse retaggio di riti pagani....la preghiera a cui tu alludi, convengo  che e' una cosa seria, in cui non entro  nel merito, perchè, non ho approfondito l'argomento. Comunque, caro Pino, se riesco a recuperarla tra tutto il ciarpame che ho nella memoria del mio pc, posto sulla pagina di Tina su Fb, una bellissima preghiera che ho letto nella chiesetta Della Madonna dell'Angelo di Caorle.
62
postato da , il
Quanto alle indulgenze, Lucia, sono d'accordo con te; è uno dei tanti scandali di cui ci ha gratificato la curia romana.
    Relativamente alla preghiera, invece, la cosa è diversa.
    Tu sai che io non parlo di ciò che penso, ma di ciò che ho sentito e sento, talvolta avendolo toccato con mano: ciò che dico è spesso frutto  di esperienza. Ebbene ti dico che la preghiera è un'arma formidabile a disposizione dell'umanità, quando effettuata da persone dotate di Forza, o anche quando effettuata da più persone insieme o anche non insieme, ma con la medesima intenzione e serietà di intenti. La stessa sopravvivenza del genere umano, Lucia, è DOVUTA a quegli sconosciuti centri di luce che sono i monasteri, in cui uomini e donne si votano ad una vita di preghiera. Ma perché la preghiera collettiva ha questi effetti?
     Posso spiegarti questo fenomeno nei termini che seguono. Gli esseri umani, o meglio questi dèi che sono gli esseri umani, funzionano, non solo negli umili lavori manuali, ma anche quanto ai "lavori" spirituali, come tanti singoli elementi ciascuno di forza (immaginiamo) 1, che però possono essere messi "in serie". Ora: quando sono in serie, la loro capacità di entrare in contatto con Dio (cioè con l'Intelletto e soprattutto con la Forza di cui parlavo) cresce non in misura aritmetica, ma secondo una progressione geometrica, addirittura in certi casi esponenziale. Questo non si verifica solo nel cristianesimo, ma anche in altre realtà. Il "mantra" tibetano, sotto questo aspetto, ha la medesima funzione del Rosario cattolico, e di taluni riti africani. La ripetitività della cantilena e la concentrazione dei partecipanti sulla medesima  sortiscono, nel "reale", l'effetto di creare una sinergia dei presenti, che divengono un'UNICO punto di riferimento, dotato di energia di gran lunga superiore a quella della somma dei presenti, che riesce a trasmettere e captare forza, come una sorta di nuova e più potente rice-trasmittente, dotata di un'antenna estremamente potenziata.
     La preghiera è dunque, in questo senso, un veicolo della Forza. D'altra parte, ciò è evidente di per sè dalla circostanza che nella maggior parte dei casi la preghiera viene rivolta per OTTENERE qualcosa che non si riesce a conseguire con le proprie forze.
     Questa della preghiera collettiva è però la forma più rudimentale attraverso cui viene veicolata la Forza, anche se può raggiungere, nel caso di partecipazione di milioni di persone, una potenza inaudita. La famosa "supplica" alla Madonna di Pompei, trasmessa per radio in tutto il mondo, è qualcosa di una potenza inaudita. Se la metà del genere umano pregasse contemporaneamente per la scomparsa del male dal mondo, in capo a breve tempo si creerebbe una sorta di "campo di forza", una barriera insuperabile contro il male.
      Del resto,se ci pensi, è mai possibile che le api, gli uccelli (pensa alle migrazioni all'unisono), le formiche, i lupi, e quasi tutti gli esseri viventi abbiano i loro istinti e le loro forze aggregatrici, i loro "istinti collettivi" tali da rendere la loro organizzazione infinitamente superiore alla somma delle volontà dei singoli individui, e gli esseri umani siano privi di uno "spirito collettivo"? Ce l'abbiamo anche noi, ed è qualcosa di una potenza inaudita.
      Sai qual è il nostro problema relativamente a questa materia? Il nostro problema è la libertà. Intelligenza e desiderio di libertà ci conducono all'individualismo. E l'unica cosa che può ricondurci all'unità sono i VALORI (appunto quell' "ama il prossimo tuo come te stesso", in cui - sono parole di Gesù - si sostanzia lo stesso amore di Dio). Questo è il motivo per cui è sui valori che si gioca il futuro del genere umano.
      Noi, Lucia, ancora non abbiamo scoperto chi siamo. L'essere umano ha potenzialità inimmaginabili.
      Solo ora mi accorgo che queste "lenzuola" le sto stendendo su un post di Flavia, che deve esserne rimasta sommersa, tant'è che... non reagisce più.  : )))
      Mi scuso con entrambe, ma quando parto parto, e non mi ferma più nessuno.  : ((
      E tuttavia, ancora non ti ho risposto !!!
      Devo infatti risponderti circa la responsabilità, e circa il CHI preghiamo... Lo farò, ti assicuro che lo farò. Frattanto, ... beccati questo lenzuolo !!!  : ))))))

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti