Questo sito contribuisce alla audience di
Dicono che scrivere aiuti a sfogarsi, a rielaborare il lutto, a fissare per non dimenticare, ad analizzare meglio la vita, a sciogliere i nodi, ma dubito faccia tutto questo... lo scrittore è la mente. La scrittura è il mezzo. I risultati variabili. Dipende dal vigore della mente.
Dall'efficacia delle idee. Dalla forza che sta dietro a ogni pensiero. Dal background dello scrittore. E, ultima variabile, ma non per questo meno importante, dal lettore. Il lettore legge, assimila, fa proprio ogni contenuto. Lo interpreta, lo plasma, lo usa a proprio piacimento, a proprio rischio e pericolo. Ma un messaggio implica l'ascolto, implica l'esistenza di un apparato uditivo, di uno spirito critico, di una mente pensante o no che lo catturi... di nuovo a proprio rischio e pericolo.
E a rischi è esposto lo scrittore, o almeno lo scrittore pusillanime, che guarda il suo prodotto scritto e cerca di renderlo il più possibile perfetto all'apparenza; colui che ha paura di essere giudicato, di essere etichettato, additato e escluso dalla società. Chi scrive ha coraggio. Chi scrive è se stesso senza censure. Chi scrive si mostra senza fuggire, a costo di essere scomodo, a costo di essere isolato.
Perché chi ha un grande potere ha grandi responsabilità. E non c'è spazio per le esitazioni. La libertà intellettuale è anche libertà individuale. E libertà è uno dei più grandi doni a questo mondo...

Immagini con frasi

    Info

    Commenti

    Per poter commentare quest'opera devi essere registrato in PensieriParole.Registrati
    1
    postato da , il
    credo in quello che scrivi, credo sia giusto...certo c'è una frase un pò copiata, più che copiata rielaborata...hai preso spunto da spiderman???"da un grande potere derivano grandi responsabilità" :) si però è giusto!è vero!ci sono persone che hanno grandi potenzialità ma non le riconoscono, non se ne rendono conto, altri che invece hanno paura a tirarle fuori...per insicurezza a volte...la scrittura a volte libera, ma c'è chi si ferma anche li, per paura di cosa possa rivelare la propria mano...la mente umana è così buia a volte che mette paura...continua a scrivere mi piaci!!!mi piace il tuo concetto di libertà...è puro...però non credo che solo chi scrive ha coraggio...perchè mi chiedo..: è più facile scrivere le proprie idee o dirle?le cose scritte hanno più peso, prima di tutto perchè chi le legge è perchè ha voglia di leggerle, quindi ha una mente preparata ad accogliere il messaggio, lo scritto abbassa le difese del lettore..facci caso, mentre se tu provi a parlare delle tue idee, devi concentrarti ad usare un certo tipo di tono, di espressione, di linguaggio a seconda di chi hai di fronte, ma potresti non essere presa sul serio, potresti accorgerti che mentre tu parli l'altra persona guarda le sue scarpe...e quindi non essere ascoltata...è un discorso complicato quello che sto provando a fare e credo di non riuscire ad usare le parole giuste per spiegarmi, non ho una grande proprietà di linguaggio...forse è per questo che io non scrivo quasi mai...cmq il concetto spero si sia capito..credo che sia più difficile esprimersi verbalmente piuttosto che per scritto...a volte vorrei prendere un microfono e mettermi a parlare al mondo dei miei concetti, del mio modo di vedere le cose, dei miei pensieri ma poi mi guardo intorno e capisco che pochi sarebbero interessati ad ascoltare ed è li che a volte scrivo...però è solo inchiostro su carta...i miei sguardi,le mie emozioni sfuggono via e rimane poco del vero messaggio....scusa se mi sono dilungata così tanto.un bacione Stefania

    Per poter commentare quest'opera devi essere registrato in PensieriParole.Registrati