Questo sito contribuisce alla audience di
Scritto da: Barbara Brussa

Il Cavaliere Mascherato

Capitolo: I
Arrivò come un uragano, a sconvolgere il pacato mondo di Amélie; soffiò forte come il vento, spazzò via ogni recinto.
Poi, appagato, si distese placidamente sui prati verdi della di lei gioventù. Colse piccoli mazzi di fiori variopinti ma, ahimè, non si curò di procurar loro dell'acqua e così, velocemente e inesorabilmente, essi iniziarono ad appassire.

Allora, lei non poteva sapere se quella che appariva come una noncuranza, potesse semplicemente essere paura di sapere di avere qualcosa di bello fra le mani e vederlo scivolare via in qualche modo, quando ormai sarebbe stato troppo tardi
per non rimanerne sconvolto in ogni recesso dell'anima.
O forse, chissà, il Cavaliere aveva ancora alcune missioni da compiere, prima di potersi fermare ad assaporare il gusto vero dell'amore...

Fu allora che si lasciarono, poco dopo essersi "trovati"; viva nel cuore la consapevolezza che il tempo avrebbe regalato loro il momento giusto per vivere un magico Noi.
Amélie lo amava così tanto, da non potergli in alcun modo impedire di andare. Anche se questo avrebbe significato dolore e sofferenza. Anche se questo avrebbe significato uscire da un sogno per tornare a contemplarlo da lontano. Desiderava la sua felicità, ma sapeva che per poterla riconoscere, lui aveva bisogno di capire quali fossero le cose importanti della vita. Cose, che lui ancora non conosceva...

e il Cavalier Fabien, si mise in cammino alla ricerca di qualcosa che appariva ancora vago e indefinito: se stesso.

Immagini con frasi

    Info

    Scritto da: Barbara Brussa

    Commenti

    Per poter commentare quest'opera devi essere registrato in PensieriParole.Registrati