Questo sito contribuisce alla audience di

Frasi per ogni occasione


Scritta da: Elena Asaftei
Mi piacerebbe che l'8 marzo diventasse invece la festa degli uomini, ma di quegli uomini che per tutto l'anno non smettono di rispettare la loro compagna, moglie, madre, vicina di casa, collega di lavoro, figlia. Vista la ricorrenza della festa, sopratutto a quegli uomini che svolgono la funzione di datori di lavoro a milioni di donne. Che una volta per tutte, la donna sia considerata tale. Perché una donna se sta bene regala il mondo a chi le sta attorno e a chi ne ha bisogno. Cari uomini lasciate i rami di mimose ai loro alberi, lasciate i fiori ai loro giardini e fate vivere le vostre donne in armonia con il loro destino, oggi, domani, dopo domani e per tutto l'anno. Donne, smettete di sentirvi deboli, impreparate; siete molto più di quanto voi stesse pensiate o crediate, basta decidere di avere accanto persone degne del vostro cuore. Diamo lode a tutte quelle donne che si sono "lasciate" privare della propria vita, sogni, affetti e fare che l'8 marzo sia un giorno di grande riflessione a prescindere dal genere della persona in questione.
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: fiocchidineve
    Sapete cosa fa più male ad una donna? Non il mazzo di fiori che non gli hai comprato per l'8 marzo, non la collanina a Natale o la frase sui social, carina e di effetto per sbalordire tutti e farli sentire un po' invidiosi. No...! quello che fa male ad una donna è la disattenzione. Quando ad esempio sta male per un raffreddore e sembra che a nessuno importi. Sente solo ripetere: cosa si mangia? Hai lavato la mia felpa? Oppure quando a tavola non trova nemmeno uno sguardo, un bicchiere di vino frizzante che piace a lei, già versato, lei se lo deve versare e forse dopo gli altri... un grazie amore per questa cena fantastica. No! Si reclama il dolce. Lei si alza, dopo tante alzate e serve nei suoi piattini che ogni giorno lava e rilava lo splendido dessert. Ma la maionese? Ma i tovaglioli? Nessuno chiede mai se lei invece abbia bisogno di qualcosa. È la solita routine, per giorni, mesi, anni che lei sopporta devota e felice ma che alla fine, forse a volte troppo tardi fa scoppiare un cuore che ha dato tanto ma che non è stato riempito di vero amore.
    Composta sabato 7 marzo 2020
    Vota la frase: Commenta