Scritto da: F4B10Z

Attimi d'infinito

Il vento fischiava tra i rami di quei pochi alberi.
In quella notte ventosa un uomo passeggiava solitario.
Sigaretta fra le labbra, un vago odore di alcool ed un parco vuoto a far da cornice alla sua miserabile esistenza.
Vide una panchina e, sedendosi, ricordò di sé.
Di quando a 10 anni...
[continua a leggere »]
Anonimo
Composto giovedì 27 maggio 2010
Vota il racconto: Commenta
    Scritto da: Psiche

    Aurora e le spine di Rosa

    Aurora sognava di incontrare l'Amore. Un giorno, camminando in un bosco fatato, incontrò un cavaliere dall'armatura lucente. Immobile sul suo nero destriero, sembrava la stesse aspettando da sempre. Scese da cavallo appena la vide, e Aurora, impaurita e affascinata al tempo stesso, rimase a... [continua a leggere »]
    Anonimo
    Composto venerdì 1 marzo 2013
    Vota il racconto: Commenta

      Bene

      È iniziato tutto così semplicemente: tu che scendevi frettolosamente le scale ed io che le risalivo, è stato in quel momento che i nostri sguardi si sono incrociati e le nostre labbra hanno lasciato spazio per un bellissimo sorriso.
      Da allora ogni giorno che passava speravo di incontrarti ancora...
      [continua a leggere »]
      Anonimo
      Composto lunedì 28 marzo 2011
      Vota il racconto: Commenta
        Scritto da: Patty

        Benedetta-maledetta estate...

        Era una sera d'estate, di quest'estate... faceva caldo ma lo pativo meno del solito. Decisi di andare a fare un giro al solito posto... il luogo d'incontro della mia compagnia; da quanto tempo non passavo di lì... forse un anno. I miei amici stavano giocando a calcio, decisi di osservarli, che... [continua a leggere »]
        Anonimo
        Vota il racconto: Commenta
          Scritto da: Edoardo Grimoldi

          Buddha e il bandito

          Un giorno Buddha si trovava in una foresta quando venne aggredito da un bandito. Questi lo avrebbe certamente ucciso, ma prima concesse un ultimo favore al saggio. Questi gli disse: "Per prima cosa taglia un ramo da quell'albero". L'altro eseguì: "E adesso?". Buddha gli rispose: "Ora rimettilo a... [continua a leggere »]
          Anonimo
          Vota il racconto: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di