Questo sito contribuisce alla audience di

Le migliori poesie di Sir Jo (Sergio Formiggini)

Analista Programmatore, nato a Vibo Valentia (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Sir Jo Black

Ancora gioca a vivere

Ancora gioca a vivere,
mentre morto ride.

Tenta d'offrir mani,
ma tremano,
sfugge il mondo.
Malferme dita
non prendono gioia.

Guardano il cielo occhi
piegati,
peso di sale non speso,
lontano spazio
irraggiungibile
ché frante spalle
non più s'alzano.

Ancora gioca a vivere,
mentre morto ride.

Sui cocci di vita caduta
ginocchia dolenti.
Ed il cuore aspetta
ancora, sempre,
l'ultimo battito
prima del buio.

Un uomo solo
senza una vita.
Composta lunedì 27 ottobre 2014
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Sir Jo Black

    Notte oscura

    Notte oscura...
    Di pianto e sangue
    coprono il cielo nuvole basse.

    Senza respiro...
    Di ansia e ghiaccio
    taglia la gola dolorosa lama.

    Infame tempo...
    Di gelo e morte
    abbatte la falce grigio destino.

    Ferito cuore...
    Con vita e forza
    alzerà luminosa spada anima mia.

    Vitale energia...
    Di lama contro lama
    seminerà schegge lacerante urlo.

    Vittoria o infamia sarà,
    mille scintille riempiranno il cielo:
    nuove stelle a color di questa notte scura,
    nuove dolenti speranze ai cuori tesi al cielo.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Sir Jo Black

      Sul piazzale

      Guardo il vuoto intorno.

      Sento il silenzio lasciato dalle auto
      che passano.

      Sento il silenzio lasciato dalle persone
      che passano.

      Osservo le attese...
      Io non attendo.

      Non attendo in questa piazza
      piena di vuoto.

      Vorrei rubare sorrisi
      per metterli sul viso:
      triste.

      Vorrei lasciare sorrisi
      agli occhi di chi attende
      nel vuoto,
      ma non ne ho più.

      Vorrei regalare speranze
      a chi attende nel vuoto,
      ma le mie sono sabbia.

      Sabbia
      che il vento spande,
      inutile sulla piazza.

      Nessuno che regali:
      un sorriso
      una speranza?
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Sir Jo Black

        I tuoi doni

        Ti ho donato vivi tanti fiori,
        incolti restano secchi, morti,
        odore di rugiada mai ascoltato,
        dai tuoi passi pesti in polvere.

        In ogni tua parola rifiuto e offesa,
        ossessioni di mio mal vivere.
        Sento il loro peso infame
        e piango di averti cercata e amata.

        Raccolgo i tuoi giochi di parole,
        egoista escludere condivisione,
        ne faccio cartocci di tempi persi,
        andando solo li semino nel vento.
        Composta giovedì 6 dicembre 2012
        Vota la poesia: Commenta