Questo sito contribuisce alla audience di

Le migliori poesie di Anna D'Urso

Nato mercoledì 17 febbraio 1965 a Palermo (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Anna D'Urso

Per te

Germogli sugli alberi accesi,
colori di visi sospesi
incontri avvenuti nel tempo
di un battito di ciglia, ti penso.

E tu che mi segui lontano
avvolgi il sorriso di un pianto
sentendo i passi veloci
per fuggire a giorni d'attesa.

Non sono la noia né il dolore,
non sei che un sogno d'aprile
nel dolce silenzio d'amore
il suono del tuo dolce dormire,
mi rubi le note del vento
per porle in un canto d'argento,
mi sfiori con gli occhi di marzo
e poi mi scompari nel volo,
ma sei il sogno felice
che solo svegliandomi mi darà pace...
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Anna D'Urso

    La donna impaurita

    Fragili come un cristallo, si infrangono le lacrime sulle mie gote,
    sospiro, sollievo per lui che non c'è,
    parlavo col vento, gridavo il tuo nome
    la pioggia rispose: perché non c'è il sole?
    Di nubi vestita,
    di fango guarnita,
    di odore di marcio cammina la vita,
    le foglie ingiallite volano piano,
    le lacrime stanche nella mia mano,
    sussurrano gli alberi sollevati dal vento
    pensieri di carta bruciati dal silenzio,
    non sogno, non sento, non c'è firmamento,
    prendo la strada e ci corro dentro...
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Anna D'Urso

      La vita

      E lascio le mie impronte sulla sabbia,
      il mare al mio passaggio le cancella,
      recito il copione di una vita
      piena, vuota, mai rassegnata.
      E siamo un po' tutti comparse,
      chi burloni, chi per farse,
      chi ride e chi piange,
      ma siamo noi anime di sangue.
      Avanti, si recita, è si va avanti
      per molto tempo, per anni,
      chi del bene fa il fulcro vivo,
      chi invece del male fa il mito.
      Ingoio lacrime senza rumore
      che graffiano l'anima e il cuore,
      sfioro col mio dito il tuo ricordo
      ma scivolo in silenzio verso il fondo...
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Anna D'Urso

        27 Gennaio

        Per non dimenticare i sorrisi spenti, gli occhi dei bambini senza futuro colpevoli solo di appartenere ad un mondo normale, uguali nell'anima, ma ritenuti diversi agli occhi folli di esseri supremi che nulla avevano di umano, stipati come bestie in attesa di entrare nell'ultima camera prima della morte.

        Per non dimenticare i sogni spezzati, i boati di morte, le raffiche di mitra che spezzavano il silenzio, le urla di dolore, le sottomissioni ad un potere incontrastabile che ha tolto la dignità di essere umano anche a coloro che pregavano Dio.

        Per non dimenticare che certi orrori accadono tutti i giorni provocati dall'indifferenza, dall'avidità, dall'apparire superiori gli uni verso gli altri, ma inconsapevoli che un giorno tutti, indistintamente, saremo giudicati dalla volontà di Dio.

        Per non dimenticare che fare un gesto nobile non può far altro che bene al nostro spirito, per far si che il passato non sia il presente...
        per tutti i bambini che non sono diventati uomini.
        Vota la poesia: Commenta