Questo sito contribuisce alla audience di

Le migliori poesie di Ada Roggio

Acconciatrice, nato giovedì 29 giugno 1961 a Floersheim am Main (Germania)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Indovinelli, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Ada Roggio

Accarezzami

Accarezzami dolcemente
Accarezzami come solo tu sai
Dammi il tuo respiro
fa che sia mio ogni tuo attimo
Ogni istante con te
sollevarsi da terra
toccare il cielo
camminare sulle nuvole
Accarezzami ora
Accarezzami come solo tu sai
Accarezzami
Giorni bui insieme a te hanno il sapore di quiete
mi doni la serenità
la pace
il sorriso
Appare il sereno
il buio fa capolino
il sole ci fa l'occhiolino
Accarezzami
Accarezzami ancora
Accarezzami come solo tu sai.
Composta domenica 1 marzo 2009
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Ada Roggio

    Addio

    Tutto è pronto
    Si
    Tutto!
    Valigia... vuota.
    Documenti... assenti.
    Stato d'animo... buono.
    Sorriso... smagliante.
    Vestito... quello di sempre.
    Il bagaglio della vita ha coronato il vuoto che era penetrato nell'anima priva d'ogni stimolo
    Un bagaglio direi al quanto ingombrante e pesante
    Vita frastagliata, sempre burrascosa, ma altrettanto gioviale e festosa
    D'altalenanti momenti d'apparente felicità
    Mano destra sul cuore, un dolce inchino
    Abbassa gli occhi
    Fa sentire il tuo abbraccio a chi inconsapevole è fermo a guardare
    Per il tuo ultimo saluto
    Addio.
    Composta giovedì 15 luglio 2010
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Ada Roggio

      Vita

      Vita, di una madre.
      Sì io
      Non sapevo più,
      se credere, o no...
      Mi avvolgevano le fiamme della Vita
      Credere!...
      In quale Dio!...
      Un raggio di sole
      attraversò il cuore
      di quelle ali di angelo,
      ad uno, ad uno, ad uno.
      Giunsero a me
      Accarezzai i loro capelli
      come se fosse la prima volta
      Li abbracciai, stretti, stretti,
      come se fosse la prima volta.
      Li guardavo cresciuti e li ammiravo
      come se fosse la prima volta.
      Quanto tempo, quanto di quanto
      e quanto ancora
      Cancello il silenzio,
      e ritorna il sereno
      Rimettiamo le nostre vite al proprio posto
      Vita.
      Vota la poesia: Commenta