Area Riservata

Frasi per la Festa del PapÓ

La "FESTA DEL PAP└" o "Festa del babbo" Ŕ una ricorrenza fissata in Italia il 19 marzo, mentre in quasi tutti i paesi del mondo viene festeggiata la terza domenica di giugno.




frase postata da: Marcy Esse, in Frasi per ogni occasione (Auguri per la Festa del PapÓ)
Ciao pÓ, oggi Ŕ la tua festa. Quante lettere ti ho scritto? Pochissime, solo negli ultimi anni, quando sei partito e sei rimasto solo. Non so se qualcuno porterÓ queste parole fin lass¨, io spero di sý. Lo spero tanto perchÚ voglio che tu sappia che ti penso e che mi manchi. Non ti ho mai detto "ti voglio bene" e forse, nemmeno tu, ma l'amore che ci lega Ŕ forte e lo sarÓ per sempre. Ciao pÓ, resta sempre al mio fianco, cosý. Come in questa foto, insieme.

frase postata da: Antonio Curnetta, in Frasi per ogni occasione (Auguri per la Festa del PapÓ)
Grazie, papÓ, per avermi amato, anche se spesso non mi hai capito. Per avermi insegnato a camminare e a rialzarmi dopo ogni caduta. Per avermi lasciato imboccare strade sbagliate, senza mai stancarti di venire a riprendermi. Per avermi insegnato che un uomo Ŕ povero solo se non ha amore ed Ŕ perso solo se non ha principi. Per avermi insegnato ad essere gentile ed educato anche con quelli che non lo sono, ad avere rispetto degli altri ma soprattutto di me stesso. Per avermi dato l'esempio, anche quando ero troppo orgoglioso per seguirlo. Per avermi insegnato ad amare il cielo... e adesso che non ci sei pi¨, ho un motivo in pi¨ per guardarlo.

frase postata da: Ada Roggio, in Frasi per ogni occasione (Auguri per la Festa del PapÓ)
Di ricordi belli papÓ, ne ho proprio pochi. Di ricordi scolpiti nella mente, ne ho proprio tanti. Di ricordi incancellabili ne ho. Non sei stato il papÓ che avrei voluto. Non sei stato il papÓ che mi ha mai coccolato. Non sei stato mai il papÓ che mi ha capito. Ma di tutto questo io colpe non te ne do. Hai vissuto da bambino in povertÓ. Con regole ferree, austeritÓ. L'unico obiettivo per te era il benessere e la libertÓ. A qualunque costo, Anche lasciandomi lontana non un giorno. Una settimana, un anno di lontananza. Hai continuato il tuo cammino da uomo, con l'insegnamento che ti Ŕ stato dato. Uomo tutto d'un fiato, cui bisognava ubbidire senza mai contraddire. E se non mi andava la tua opinione, tu ne facevi una ragione. Oggi ti vedo vecchio e stanco. Molto spaventato, per il passato, e per quello che il futuro ci ha riservato. Ma il futuro lo abbiamo costruito noi. Con saggezza, errori, e contraddizioni. Guardando il mio mondo, oggi ti dico non sei stato il padre che ho preferito. Ma sei stato un padre che ha lavorato, e ha sempre pensato solo alla sua famiglia. Per questo non ti condanno. Anzi sei da ammirare per ci˛ che sei riuscito a costruire. Oggi ringrazio Dio di padri cosý ce ne fossero milioni! Tanti auguri papÓ.
Composta
mercoledý 19 marzo 2014