Questo sito contribuisce alla audience di

Post di Raffaella Frese

Poetessa e scrittrice, nato domenica 27 febbraio 1977 a Basilea (Svizzera)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Poesie, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritto da: Raffaella Frese
E poi arriva la tempesta quando meno te l'ho aspetti. Feroce, distruttiva, implacabile. Non lascia nulla al caso, devasta tutto. Ma tu non hai paura, credi in te stesso. Combatti, sai che la sconfitta è di chi si arrende, di chi ha perso le speranze, di chi si lascia andare e non reagisce. Allora affronti e navighi il mare in tempesta, perché solo così, le tue battaglie, le tue lacrime, le tue ferite non saranno vane. Allora capisci che la vera forza è nell'essere coraggiosi, comprendi che l'autostima può affrontare e vincere ogni avversità.
Composto sabato 17 dicembre 2005
Vota il post: Commenta
    Scritto da: Raffaella Frese
    Nessuno riempirà la tua vita se non eliminerai dal tuo cuore, le tue paure. Quelle paure che purtroppo allontanano le persone, quelle paure che mettono limiti invalicabili alle tue emozioni e rendono il tuo sentiero impenetrabile. Nessuno riempirà il vuoto che tutt'intorno si e formato, nessuno potrà accorciare il distacco... se non tu. Solo tu potrai guardarti dentro e riaprire le porte del cuore, sconfiggendo quel demone chiamato (paura). Paura di vivere, paura di soffrire, paura di amare, paura di lasciarsi andare.
    Composto mercoledì 5 luglio 2006
    Vota il post: Commenta
      Scritto da: Raffaella Frese
      Sai chi ti ferisce più di qualunque altro? Chi ti considera solo un'alternativa, un ripiego, un espediente a cui si e costretti ricorrere, per necessità, perché non si può fare altrimenti. Chi ritiene più importante la propria vanità, il proprio egoismo, al dolore altrui. Ecco chi ti ferisce. Chi sa calpestare con facilità il tuo cuore, con una banale soluzione adatta al memento, uccidendo il rispetto, da un piedistallo che galleggia nella melma dell'esistenza.
      Vota il post: Commenta
        Scritto da: Raffaella Frese
        Non sempre si può dimenticare per andare avanti, molte volte bisogna accettare, convincersi che tutto quello che è stato, ci ha temprato e formato. Nel bene o nel male ci ha reso quelli che siamo adesso. Non si può dimenticare, "anzi" non si deve dimenticare! Strapperemmo un pezzo di noi dalla nostra esistenza. La vita va accetta malgrado le sconfitte, le cadute, le delusioni, le sofferenze. Bisogna voltare pagina, si è necessario ma senza strapparla, per poter riflettere un giorno. Per poter leggere dove eravamo ciechi. Parlare dove eravamo muti e sentire dove eravamo sordi.
        Composto mercoledì 4 maggio 2005
        Vota il post: Commenta
          Scritto da: Raffaella Frese
          Si fa pace con se stessi accettando di non essere perfetti. Accettando che gli sbagli sono fatti da persone normali, e da comuni mortali che siamo, è normale inciampare, perdersi, per poi ritrovarsi. Deludere per poi deludersi è un ciclo di vita. È un circolo vizioso che non si ferma mai. Accettarsi, è il primo passo per stare bene. Non bisogna mai autocommiserarsi, ma con dignità bisogna avere il coraggio di ammettere che molte volte, non siamo disposti a riguardare la pellicola della nostra vita, non siamo disposti ad accettare che abbiamo degli scheletri negli armadi, non siamo disposti ad ammettere che la causa dei nostri mali siamo proprio noi stessi.
          Composto domenica 17 febbraio 2013
          Vota il post: Commenta