Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Il processo della Chiesa contro Galileo fu..." di Papa Benedetto XVI (Joseph Ratzinger)


25
postato da , il
apprezzo la cordalità e rispondo allo stesso modo. non potrei mai condannarti per le tue idee, pur se criticabili (a mio modestissimo parere, ovviamente), così come non potrei levare la libertà di parola al papa (o a chiunque altro)... però la mia convinzione sta nel fatto che il papa aveva ancora la sua libertà di parola, sicuramente non aveva paura di parlare alla sapienza per la sua incolumità (tra l'altro, se è credente, dovrebbe esser contento di andare in paradiso e poi figurati chi sarebbe così scemo da ferire e/o attentare alla vita del pontefice, sapendo le pene a cui andrebbe in contro). quindi basta dire che gli è stata levata la libertà di parola, è stato esposto il proprio dissenso, così come io esprimo il mio dissenso se un membro della mia famiglia invita una persona sgradita a cena. Per quanto riguarda fisichella (il prte) sono da prender con le pinze le parole di un individuo di tanto poco garbo che ha fatto notare a pannella come la chiesa non ha bisogno di fare scioperi della fame per andare in televisione... forse non ha capito che in america, israele, russia, gran bretagna, cina e tutti gli stati del mondo non se lo "cacano" (perdonatemi il volgare dialetto romano) minimamente il papa.
24
postato da , il
per lo staff: vergogna!! vi costa troppa fatica leggervi il discorso integrale di ratzinger? dovreste avere ALMENO il buonsenso di documentarvi prima di riportare frasi che ,  estrapolate dal loro contesto, risultano essere compromettenti... facile lanciare accuse contro il papa, ed essere in questo appoggiati da tutti quegli ignoranti che parlano senza conoscere... errore madornale, mi dispiace....  lo dico per il vostro bene: DOCUMENTATEVI!!!!!
23
postato da , il
This, of course, is a great victory for academic freedom in Italy.  Questa, chiaramente, e' una grande vittoria per la liberta' academica in Italia.  E' il commmento sarcastico del --- ma guarda --- New York Times di ieri.  Non e' per alimentare la polemica, ma la posizione di quegli scalmanati e' indifendibile.

Come e' indifendibile che gli atenei italiani siano fuori la classifica degli atenei mondiali.  E se siamo fuori classifica, per me, la causa e' quella che emerge da episodi come questo di cui si parla.  Soprattutto se c'e' gente che gioca sulla confusione tra pregiudizio e legittima contestazione per non so quale motivo.  Se parlassero in un evento universitario un Imam o un Ebreo hasidico, io li ascolto e, poi, magari, li contesto sonoramente.  Ma non vedo perche' si debba loro togliere la parola.  A me la loro parola, non fa paura.  Il loro kalashnikov si, ma la loro parola, proprio no.

La definizione di se come scienziato, Fisichella, l'ha premessa alla faziosa affermazione che la scienza e' solo laica.  Scienziato come studioso e ricercatore.  Oppure scienza e' solo quella medica o fisica?

Che poi il papa abbia posizione anacronistiche sono il primo a sostenerlo.  Che la chiesa abbia dato anche indicazioni positive per migliaia di anni e' anche vero.  E queste "dritte" le da proprio sulle scelte piu' difficili. Sta a ciasciuno di noi scegliere.  Ma puoi scegliere solo se sai le opzioni.  Se non le sai, non scegli.  Per questo Fisichella e' uno scienziato, perche ti offre un "prodotto del pensiero".  Che tu lo condivida o meno, affari tuoi.  Ignorare e' da igno...igno...incivili.

Il lombrico l'ho scelto come esempio perche' non mi risulta abbia un centro di comando e controllo. Cionostante, si deve sempre dubitare.  Pensa un po', che l'omeopatia si basa sulla memoria che ha l'acqua!

I neuroni che si agitano nel tuo e mio cervello (+ o - bene) in principio erano materia, energia e tempo.  Per me, che ho fede, ci vedo un qualcosa di divino che materia energia e tempo si siano combinati in neuroni. Per te, invece cio' e' avvenuto solo per caso.... e non dire che sto cercando di dare la prova dell'esistenza di Dio in questa maniera. La fede o si ha oppure non si ha. Rispetto il tuo "caso", ma preferisco la mia "necessita' ".
Cordialita'.
Dario da Roma
Dario da Roma
22
postato da , il
Ddr l'ira che traspare dal tuo commento non è giustificata. i quotidiani americani hanno fortemente difeso il gesto degli studenti, (fonte, giornalista CNN) e non hanno compreso lo sdegno della casta politica italiana. per quanto riguarda il discorso del lombrico, non si pone neanche; il lombrico non ha coscienza, è guidato dal mero istinto, così come tutti gli animali. non è dotato di un pensiero razionale, in quanto il suo apparato nervoso non glielo consente. rimane il fatto che l'invito in partenza è stato un grosso errore da parte del rettore dell'università. nella lettera dei docenti e studenti si sosteneva inconciliabile la presenza del pontefice all'inaugurazione di un anno universitario. Fisichella infine ha detto "io sono scienziato al pari di Odifreddi", se non ci credi riguarda la registrazione e poi riparliamone. io non levo la fede a chi ce l'ha, la critico dall'alto dell'ateismo, in quanto l'esistenza di un qualcosa dev'essere provata, e non si può cercare consolazione affermando la non dimostrabilità del contrario. Orsù poniamo la parola fine a tal dibattito, il papa è un uomo astuto e sa che ha guadagnato molto di più a sfruttare l'enfasi di giovani studenti, finendo sui telegiornali e quotidiani italiani (e NON internazionali) come VITTIMA, anziché pronunciando il suo discorso proliss ed inconcludente (noioso pure tra l'altro!)...
21
postato da , il
Il prete (Fisichella) non ha affermato che e' scienziato al pari del fisico ma che la scienza non e' solo laica, come urlato da alcuni desiderosi di ripristinare la casta dei dotti ricercatori universitari.

Un manipolo di incivili, che si spacciano per paladini della democrazia, ha imposto dittatorialmente la propria incivile volonta' sulla stragrande maggioranza degli studenti.

Minacciare disordini, promettere violenza, affinche il papa non vada non mi pare consenta molta scelta.  Chiaro che il papa non sarebbe stato assassinato ma negare la parola e' quello che e': segno di incivilta'.  Sulle prime pagine dei giornali internazionali ci siamo finiti per questo segno di incivilta', caro Alberto Jess.  Il gesto di quegli studenti e' stato giudicato dalla comunita' internazionale un gesto di incivilta'.  Ascoltare il papa, come anche il Rettore e Mussi, e distinguere gli insegnamenti condivisibili da quelli alieni significa essere persone civili.  Se si legge volentieri uno come Alberto Jess, a maggior ragione si puo' ascoltare il papa, e fare la stessa cosa che si fa con Jess: qualcosa di buona l'ha pure detto. 

Ad esempio la coscienza di Dio che il lombrico non ha.  Ci voleva la citazione della dotta e laica ricerca scientifica per dire che la coscienza del trascendente nasce dalla presenza dell'intelligenza?  Che ne sa Alberto Jess e quelli che lui cita che il lombrico non abbia coscienza di Dio? Ci ha forse parlato?

La vita non e' fatta solo dalla meccanica della fecondazione o della clonazione ma anche di indicazioni morali su tali scelte non proprio semplici, che si possono poi condividere o scartare.  Farlo capire a certi abissi significa essere altro che scienziati!

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti