Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Il processo della Chiesa contro Galileo fu..." di Papa Benedetto XVI (Joseph Ratzinger)


5
postato da , il
io credo che nn sia giusto che l'istituzione chiesa entri nelle questioni estranee al suo patrocinio.Pertanto credo che in merito, la Chiesa abbia sbagliato molte volte in passato e credo che continui a farlo adesso (a volte), e mi sembra assurdo continuare a sostenere queste teorie appoggiate anche da tutti gli studi successivi. sono d' accondo nel dire che la chiesa nn è da confondee con Dio...Lui è sovraumano, la Chiesa no.
4
postato da , il
Commentando riprendo il commento fatto da giovanna...sono d accordo ma andiamo anche oltre.Incominciamo a togliere un po di questa merda che è nel mondo...punto uno?eliminiamo ogni ideologia costrittiva e ogni mezzo che la diffonde.Incominciamo dalla chiesa cattolica.
3
postato da , il
L'istituzione chiesa da non confondere con la credenza in dio, ha sbagliato numerose volte, prendendo esempi che partono dallo sterminio dei templari fino alle indulgenze.Purtroppo si è mascherata un istituzione politica dietro il nome di dio ed ha commesso crimini che non sono perdonabili. Come finì la religione egiziana dopo 4000 anni finirà anche quella cattolica, anche perchè la religione è soltanto un appiglio che gli uomini vogliono avere quando si vedono all'ultima spiaggia...io grazie a dio sono ateo!
2
postato da , il
Contestualizzare.  Per i tempi in cui fu fatto il processo, credo che Galileo se la sia cavata ragionevolmente bene.  Avebbe potuto essere messo al rogo e pace all'anima sua.  Certo, giudicare con il senno di oggi e' molto semplice.  Prendiamo OGM e clonazione.  Oggi operiamo una scelta.  Tra cento anni, potra' essere semplice dire che la nostra scelta di oggi e' orrenda.  Chi si sente di dire oggi, che la scelta che si sta facendo (quale che sara': OGM si - OGM no, Clonazione animali si/no) non la si stia prendendo nelle maniere in auge nei nostri tempi?  Credo questo volesse dire il papa: ragionevole e giusto secondo le caratteristiche dei processi di questa natura ai tempi di Galileo.
1
postato da , il
Chi cita Galileo dovrebbe, anzitutto, usare il metodo scientifico: in questo caso,accertare i fatti, cioè andare a vedere se davvero Ratzinger ha fatto propria la frase di Feyerabend («Il processo a Galileo fu ragionevole e giusto»).
Invece di prendere la frase da qualche parte, fuori dal contesto, come si dice facessero gli antichi inquisitori per fulminare eretici, per «condannare» il Papa e accendere il suo rogo. Non amo questo Papa, ma destesto chi semina zizzania gratuitamente e falsamente. C'è già tanta merda nel mondo senza che ci sia bisogno di doverla anche inventare.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti