Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "È possibile che tutto ciò che la scienza non..." di Sir Jo (Sergio Formiggini)


90
postato da , il
Io studio le distanze cognitive, anche se mi pongo in maniera scientifica (non scientista) mi guardo bene dal negare la possibilità che le cose che altri sentono, percepiscono o "vedono" siano. Fermo restando che non accetto cause e  motivazioni non tangibilmente dimostrabili, ascolto e per quanto possibile cerco di imparare. Aborro il fanatismo di ogni sorta e cerco di pormi sempre su una linea che è un pò quella dello scetticismo, ma non del negazionismo.
89
postato da , il
Tiè Giusè, il mio regalo di natale.

In ogni caso, mi ha fatto piacere vederlo.

www.youtube.com/watch?v=ORw7PjmlHhg

:))))
88
postato da , il
Sir Jo, tu devi capire che quell'uomo ha vissuto credo buona parte della sua vita a studiare quei fenomeni. Gli uomini sono tutto quello che credono di sapere. E' ovvio che per lui è certo, altrimenti diverrebbe incerta tutta la sua intera esistenza. Che ne sarebbe di lui se lo disincanti dai fantasmi,  dagli alieni , dai conigli volanti e dai nanerottoli che corrono sopra i palazzi cantando  " A Pummarola incoppa" >?
Ne resterebbe un uomo privo di  se stesso.
:)))))))).
Amen
87
postato da , il
Ok! Infatti io non avevo risposto a quello che può essere un discorso metaforico, ma a quella che ritenevo un'affermazione fisica.

Per quanto riguarda il discorso sull'interpretazione del mondo credo che le persone quì coinvolte, in fin dei conti, dicano le stesse cose.

Io non nego che esistano fenomeni al di fuori della sfera della nostra comprensione. Nego l'idea che essi raggiungano interpretazioni non dimostrabili. Non riesco ad accettare che si portino ipotesi dicendo che sono realtà ... Lo stesso dico parlando di alcune ipotesi e teorie di fisica teorica, come qualsiasi serio scienziato fa. Le teorie servono per raggiungere la conoscenza, non sono la conoscenza!

Vero è che ci sono i media e le riviste di divulgazione scientifica "sca*nda*listica" che affermano ipotesi e tesi come realtà, vero è che nella storia della scienza umana questo è spesso accaduto ...

Vero è che fino ad oggi molta scienza ha cambiato aspetto almeno di generazione in generazione.

L'interpretazione dei fenomeni cambia man mano che li studiamo, ma cambia in maniera funzionale e dimostrabile con gli strumenti che abbiamo a disposizione. La cosa è che l'evidenza scientifica, la "misurazione" da cui deriva la dimostrazione di un ipotesi  è comunque ripetibile e verificabile, in altri casi non è così e quindi non può essere valutabile un'evidenza scientifica, quindi bisogna indagare per capire!
86
postato da , il
anche D r a c u l a  ha fatto tanto scalpore Sir jo.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti