Questo sito contribuisce alla audience di

Frasi umoristiche inserite da RENATO

Questo utente ha inserito contributi anche in Frasi & Aforismi, in Poesie e in Leggi di Murphy.

Scritta da: RENATO
Un nero sale in taxi. E ad ogni curva dice al tassista:
- Guarda Garibaldi.
Il tassista guarda fuori dal finestrino ma non vede nessuna statua di Garibaldi.
E così alla terza volta si gira verso il negro gridandogli: ma mi stai cojonando? Ma perdendo il controllo della vettura, si ribalda.
E il negro: te lo dicevo io Garibaldavi!
Composta domenica 17 luglio 2011
Vota la frase umoristica: Commenta
    Scritta da: RENATO
    Sulla via Appia nell'antica Roma.
    Cesare è alla guida di una biga quando un Console, preoccupato di sommosse popolari, lo avverte dicendogli:
    - Cesare! Il Popolo chiede "sesterzi"!
    - Rispondi al popolo, Console Fabio, che Cesare va sempre dritto per la sua strada, non sterza mai!
    Composta domenica 15 maggio 2011
    Vota la frase umoristica: Commenta
      Scritta da: RENATO
      Prima di salire in moto, un motociclista s'infila la giacca a rovescio, con i bottoni sulla schiena per non prendere freddo sul petto. Nel sorpassare la gazzella dei carabinieri sfortunatamente cade a terra.
      Subito accorre in soccorso il primo carabiniere e poco dopo il secondo, che chiede: Ma è morto sul colpo?
      -No, risponde il primo carabiniere: prima parlava, appena gli ho raddrizzato la testa non ha parlato più.
      Composta lunedì 14 marzo 2011
      Vota la frase umoristica: Commenta
        Scritta da: RENATO
        Fra comari. Una donna piangendo si rivolge all'amica:
        - Comare mia, mio marito è gravemente ammalato!
        - Allora devi chiamare subito il medico.
        - Non serve perché sta per morire.
        - Ma che dici, comare mia, fa le corna!
        - Ah! Se fosse per questo non avrebbe neanche un raffreddore!
        Composta mercoledì 16 febbraio 2011
        Vota la frase umoristica: Commenta
          Scritta da: RENATO
          Due carabinieri in auto vanno in salita a marcia indietro. Un uomo al bordo della strada li vede e domanda incuriosito il perché di quello strano modo di viaggiare. Un carabiniere gli risponde che se in cima alla strada non si può girare essi sono posizionati per scendere in modo regolare.
          Dopo un po' di tempo l'uomo di prima li vede scendere con l'auto sempre a marcia indietro e, doppiamente incuriosito, chiede il perché. L'altro carabiniere pronto gli risponde: perché lassù in cima si poteva girare.
          Composta mercoledì 19 gennaio 2011
          Vota la frase umoristica: Commenta