Poesie anonime


Scritta da: Pablo L.
in Poesie (Poesie anonime)

E penso ancora a te

Profumo di mare da una finestra sconosciuta
Un ricordo fugge dalla porta mentre una speranza invade la stanza
E penso ancora a te
Sarà la brezza che porta i tuoi occhi?
Un respiro profondo e cado giù
Ubriaco senza aver bevuto
Stanco di camminare, provando a correre
E penso ancora a te
Sarà che ho tanto aspettato, che molto ho sbagliato
Poi rido, rido di me.
E penso ancora a te
La tua pelle bianca è il sogno perfetto
Il cammino ideale che porta al tuo seno
Al tuo ventre morbido dove trovo un rifugio sicuro
Chiudo gli occhi e ti cerco vicino a me
Ma tu non ci sei, io rido di me
E stranamente, sarà il cuore, la mente o od un brivido
Io, penso ancora a te.
Composta sabato 19 aprile 2014
Vota la poesia:
Scritta da: Anonim
in Poesie (Poesie anonime)
Oltre il dolore, oltre il limite,
spiegami perché guardo il mare
e allo stesso tempo vedo la morte,
scagliandomi nell'animo qualsiasi pensiero cupo?
Guardo, osservo, odio, preservo,
l'orlo è vicino e io non vedo che il nulla eterno.
Vota la poesia: