Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Silvana Stremiz

Il desiderio

Io non invidio ai vati
Le lodi e i sacri allori,
Nè curo i pregi e gli ori
D'un duce o d'un sovran.
     Saran miei dì beati
Se avrò il mio crine cinto
Di serto vario-pinto
Tessuto di tua man.
     Saran miei dì beati
Se in mezzo a bosco ombroso
Il volto tuo vezzoso
Godrommi a contemplar.
     Che bel vederci allora
Mille cambiar sembianti,
E direi: O cori amanti,
Cessate il palpitar!
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Silvana Stremiz

    Il ritratto

    Scrivo che tu sei bella,
    Scrivo che tutto è accolto
    Sul grazïoso volto
    De' vezzi il roseo stuol.
         Scrivo che i tuoi dolci occhi
    Vibran soave foco,
    Scrivo.... Ma questo è poco
    Per sì gentil beltà.
         Chi mai potria le grazie
    Spiegar di quei colori,
    Ove si stan gli Amori
    Come sul loro altar?
         Dir altro io mai non seppi
    So non che tanto sei
    Vezzosa agli occhi miei
    Ch'altra non sanno amar.
    Vota la poesia: Commenta