Poesie di Sir Jo (Sergio Formiggini)

Analista Programmatore, nato a Vibo Valentia (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Sir Jo Black

Ho traversato il tempo

Dov'è il futuro che mi fu promesso?

Una stella,
la notte che nacqui,
mi raccontò di dolci certezze.

Guidato dalla speranza
ho traversato il tempo
passando tra rovi e ginepri.

Ora,
carezzando l'anima,
alzo mani rosse,
mani tremanti.

Guidato dalla speranza
ho traversato il tempo
contro la tempesta e il mare alto.

Ora,
carezzando l'anima,
alzo mani umide di sale,
mani tremanti.

Guidato dalla disperazione
ho traversato il tempo...

Ora,
piccolo laghetto grigio
riflette l'immagine dell'anima mia:
cicatrici nere,
volto grigio, segnato dal sale,
occhi stanchi.

Piccolo laghetto,
tranquilla pace,
in te immergo l'anima:
si scioglierà il sale,
si laveranno le ferite,
si calmerà il dolore.

Poi potrò ricominciare il passo...
Sir Jo (Sergio Formiggini)
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Sir Jo Black

    Menestrello nero

    Era la notte,
    una farfalla viola
    è uscita dal bozzolo.

    Ha aperto le ali,
    ma il giorno,
    grigio,
    le ha tagliate.

    Sotto la luna,
    un fiore rosso
    è maturato.

    Ha aperto i petali,
    ma il giorno,
    grigio,
    li ha strappati.

    Sotto le stelle,
    un menestrello nero,
    ha scritto.

    Ha iniziato il canto,
    ma il giorno,
    grigio,
    lo ha reso muto.

    Sulla strada:
    Un corpo grigio di farfalla,
    Lo stelo secco di un fiore,
    cenere di canti bruciati.

    Vai adesso,
    menestrello muto,
    vai sulla linea grigia,
    segui il silenzioso passo,
    segui la malinconica fila...

    Alla fine,
    forse,
    troverai:
    due ali viola,
    sette petali rossi,
    il tuo canto...
    Sir Jo (Sergio Formiggini)
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Sir Jo Black

      Dove l'ombra s'allunga

      Dove l'ombra s'allunga
      davanti il cammino,
      seguo la linea.

      Passi sempre più pesanti
      tagliano le gambe.

      Il vento spinge,
      l'ombra s'allunga.

      Il vento spinge,
      la luce s'allontana.

      Il vento spinge,
      l'aria manca.

      Quì,
      sulla linea grigia:
      con le gambe tagliate,
      senza speranze.
      Nel buio,
      senz'animo,
      senz'aria nel petto,
      ma sguardo alto e passo antico.
      Sir Jo (Sergio Formiggini)
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di