Le migliori poesie di Salvatore Coppola

Nato a Agrigento (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Proverbi.

Scritta da: Salvatore Coppola

Nel pozzo della vita

Camminerò così,
in punta di piedi
senza far rumore
neanche una parola.
Lascerò ogni cosa
le mie ali morte
piuma dopo piuma
l'aria che respiro.
Mi affiderò alla sorte grama
alle onde spumeggianti
ai vortici infernali
del mare già in tempesta.
Camminerò così
sconfitto e senza meta
nel pozzo della vita
affogherò i miei sogni.
Salvatore Coppola
Composta venerdì 29 aprile 2011
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Salvatore Coppola

    Così deve andare

    E così che deve andare
    spalancherò i balconi
    aprirò le finestre al mondo
    chiuderò le porte del cuore.
    E così che andrà
    sarò io e soltanto io
    solo e con l'aiuto di Dio
    raggiungerò l'eternità.
    Lontano in un mondo diverso
    libero di gioire, di correre
    di volare, di morire d'amore
    senza spine irte al cuore.
    E così che deve andare
    per la vita e pieno di vita
    aggrappato alla verità
    con forza e con vigore.
    Così deve andare
    le mie mani riposeranno
    non vorranno più tremare
    e mai più la cercheranno.
    Salvatore Coppola
    Composta mercoledì 27 aprile 2011
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Salvatore Coppola

      Strano individuo

      Quando le mie parole
      si spegneranno
      il vento trasporterà
      come leggere libellule.
      Echeggeranno sulla terra
      come eco assopito
      da un sonno celeste
      disperso nel vuoto.
      Canteranno di me,
      come rime incrociate
      bei pensieri e ricordi vissuti
      in un'era solenne e raggiante.
      Sono timido o strano individuo
      ricalcante le scene dell'Arte
      risoluto svernante ed ambiguo
      con successo profusi Poesia imponente.
      Salvatore Coppola
      Composta sabato 9 aprile 2011
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Salvatore Coppola

        Come un passero

        Come un passero
        perso nel bosco,
        ti sei chiusa in silenzio
        in un angolo stretto.
        Non riuscivi a capire l'inganno,
        che qualcuno tramava nell'ombra,
        un miserabile uomo malvagio
        ha beffato i tuoi sensi innocenti.
        Come può una persona sommaria
        calpestar la figura di donna
        maledetto quel giorno cresposo,
        che scalfì la dolcezza di un cuore.
        Ora dico a te lurido verme,
        non andare oltre il limite onesto,
        hai distrutto pensieri illibati
        di quel cuore di donna sincero.
        Salvatore Coppola
        Composta mercoledì 23 marzo 2011
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Salvatore Coppola

          La mia aria

          Quante volte
          hai respirato la mia aria.
          Quante volte
          hai goduto del mio sorriso.
          Quante volte
          hai asciugato le mie lacrime.
          Quante volte
          hai sfiorato
          le mie mani con le tue labbra.
          Quante volte
          ti sei rispecchiata
          nelle mie rime.
          Quante volte
          hai seguito la mia ombra
          riflessa sui muri.
          Quante volte
          sei entrata nel mio cuore.
          Quante volte
          nella tua vita
          hai cercato rifugio
          nel mio amore.
          Adesso non fermarti a pensare.
          Prima di darti
          una risposta affrettata,
          leggi attentamente
          dentro il mio cuore,
          fattene una ragione.
          Devi semplicemente convincerti,
          che il sole non potrà mai
          baciare la luna è che,
          le cose della vita spesso,
          non sono come sembrano.
          Salvatore Coppola
          Composta domenica 20 marzo 2011
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di