Poesie di Rolando Attanasio

Scrittore, nato venerdì 25 giugno 1971 a Napoli (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi e in Diario.

Scritta da: Rolando Attanasio

Remare

Rema contro te stesso
e nello sfinimento ti accorgi
che hai ucciso il prossimo che odiavi... uccidendo una parte di te
che sta morendo... hai solo una tremenda paura di essere nulla
sei già aggrappato su macerie inutili che ti aiutano solo a galleggiare
in questo oceano di squallore
la tua vita
che difendi
pur di vivere
ad ogni costo.
Rolando Attanasio
Composta martedì 16 agosto 2016
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Rolando Attanasio

    Il sole nel cuore

    Un mattino guardai il cielo
    grondavo di pioggia
    avevo il sole nel cuore

    un mattino pensai forte
    perché tanto dolore invano?
    Sorrisi, ero solo

    un mattino abbracciai un bambino
    non ero suo padre
    ma pulsava la gioia nel cuore

    un mattino capii che la vita è stupenda
    con tutti i nostri errori e dolori
    pregai forte, sorrisi, piansi di gioia

    un mattino improvviso guarì mia madre
    e dopo poco persi il mio unico amore
    mi rialzai con la gioia nel cuore

    un mattino un amico mi girò le spalle
    un altro ancora mi criticò aspramente
    trovai altre due persone pronte ad abbracciarmi

    un mattino il mio lavoro non c'era più
    ero senza soldi, solo e con nessuna speranza
    mi offrirono una casa e una speranza più grande

    un mattino morì mio padre
    mi pettinai e guardai la sua foto appesa
    ricominciai senza paura ma tremando

    un mattino ci volevano rubare tutti i sogni
    dissero che la politica è cosa da grandi uomini
    trovai mille carezze tra le felci e i tramonti immacolati

    un mattino compresi che ero felice
    e lo potevo essere ancora anche senza nulla di tangibile
    senza treni da rincorrere e desideri da realizzare a tutti i costi

    il sole nel cuore

    sono ancora qui. Ma pieno di me
    solo, con il sole nel cuore
    stavolta convinto che sorga di nuovo dentro di me.
    Rolando Attanasio
    Composta sabato 24 maggio 2008
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Rolando Attanasio

      I sassi

      Portavamo dei sassi nei pantaloni
      ci siamo amati e perduti
      nel cammino della vita

      amici che dividono il pane
      la fortuna e la sfortuna
      il sole e la luna

      la miseria felice della semplicità
      quante volte sono stato un raggio di sole per te
      quante volte hai con durezza colpito dentro di me

      la notte e la vita non hanno tempo di fermarsi
      nemmeno per amici e amori, la ruota deve andare avanti
      portavamo dei fiori nei pantaloni, ci siamo guardati allo specchio

      tu ora sei un vecchio, ed anch'io sono diventato più vecchio
      hai comperato una Rolls Royce, hai mangiato in ristoranti lussuosi
      in riva al mare, hai viaggiato in posti tropicali

      e l'amore lo facevi come un toro
      il tuo sigaro cubano l'hai spento mille volte sulla terra fredda
      ora devi venire al mare con i brandelli della tua vita

      non ti serviranno i ricordi splendenti
      non ti servirà una rolls royce
      non ti servirà più la mappa della tua vita

      dei tuoi amori tumultuosi, dei tuoi brividi inconsueti
      basta guardare come un bambino il mare
      basta tornare con il cuore leggero
      basta avere solo sassi nei pantaloni

      quei sassi di cui ridevi erano la sola cosa che avevi!
      Rolando Attanasio
      Composta lunedì 15 aprile 2013
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Rolando Attanasio
        Inchiostro
        Dilaghi
        Ovunque
        Anche dove c'è fame
        Non solo dov'è morte e buio
        Dove c'è silenzio e notte
        Assenza - presenza sei
        Ti ho sempre rispettato
        Nero profondo, senza confini, immenso
        Mi hai sempre spaventato
        Incuriosito
        Qualche volta mi sono perso in te
        Completamente
        Senza ritrovarmi più
        Per alcuni istanti d'infinito
        Senza volti
        Senza colori
        Senza musica
        E con tutto l'universo
        Tra le mia braccia
        Ad abbracciarti
        E il peso era leggerissimo
        La profondità infinita.
        Rolando Attanasio
        Composta domenica 10 ottobre 2010
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Rolando Attanasio

          Blu

          Solco immaginario di profondo abisso
          immagine di gelo
          notti profonde e chiare di concerti lontanissimi
          le note blu coprono i dormienti e le feste fatte
          sono ricordi
          le cupole d'oro si nascondono nel blu
          le pupille si dilatano all'inverosimile
          il blu ci percorre
          ci sfiora
          la nostra schiena è percorsa
          da una carezza gelida
          dove un brivido si prolunga
          e affoga nella pelle
          un velo trasparente, di cobalto, copre la notte
          immaginando di sfiorare a gran velocità
          le acque degli oceani, ad occhi spalancati
          mi disseto di blu.
          Rolando Attanasio
          Composta giovedì 31 dicembre 2015
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di