Scritta da: Silvana Stremiz

Anima

Anima
Ho amato un'anima,
il suo corpo
era il nulla
nella sua esistenza.

Ho amato il sentimento,
lo spirito, la sua eternità.

Ho amato un'anima,
vestita di un corpo.

Pura e trasparente
come il vento,
più potente di una bufera,
fragile come una briciola.

Ho amato un'anima,
in un corpo di donna,
con grazie d'angelo,
sorriso da madonna,
purezza di stella.

Sono posseduto,
preso, invaso,
sviscerato.

Il buio, la notte,
mi ha rubato con
il suo vestito,
i suoi sguardi,
i suoi sorrisi,
la sua voce,
il suo calore...

Ho perso il suo vestito,
ma non il filo
che ci lega...
Roberto Perin
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Silvana Stremiz

    Oltre il monte

    Oltre il monte
    Penso alla giornata,
    penso ai minuti,
    ore, giorni, luoghi,
    cercando qualcosa
    per dimenticarti.

    In un rubinetto
    che gocciola
    sento le tue lacrime scendere.

    Vedo il tuo viso dorato
    nel raggio di sole
    riflesso nello specchio.

    Accanto ai miei
    passi lenti,
    sui verdi fili d'erba,
    vedo le tue orme
    che mi affiancano.

    Non trovo nulla
    per dimenticarti,
    per far fuggire
    il tuo angelo custode.

    Non vedo,
    oltre il monte,
    un nuovo mondo
    più bello del tuo.
    Roberto Perin
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Silvana Stremiz
      Solo nella folla
      Un mare di occhi
      mi guardano,
      scarpe multicolori
      si muovono
      in ogni direzione.

      Profumo di campo,
      odore di fritto e ciambelle,
      mi passano accanto.
      Un profumo di naftalina
      mi taglia la strada.
      Un bastone bianco,
      troppo vicino,
      mi schiaccia un dito.
      Pardon...

      Dodici rose rosse,
      guidate a vista
      da due occhi verdi,
      mi sfiorano il petto.

      Ragazzi un po' meno educati
      mi spingono in questo
      marciapiede di vita,
      facendomi oscillare.

      Lampeggia una luce rossa,
      s'accende una verde.
      Una nuova marea
      entra nel flusso.

      Spintoni strette,
      carezze di passeggiate.
      Poi nuovi fiori,
      nuovi odori di pesce fritto,
      torta di mele;
      Nuove vetrine,
      dietro un muro umano.
      Una nuova via,
      un nuovo orizzonte.

      Un pensiero mi prende,
      mi possiede: mi sento solo!
      Si. Sono sempre solo,
      quando tu non ci sei.
      Roberto Perin
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Silvana Stremiz

        Ultime volontà

        Mentre ti chiedo un piacere,
        voglio dirti, amico mio,
        che la vita merita di esistere.

        Per me...
        Portale ogni giorno
        un fiore rosso
        sul suo davanzale,
        che i suoi occhi guardino
        la bellezza della vita.
        Posale dei petali
        sulla sua strada,
        voglio che il suo cammino
        possa essere solo meraviglioso.

        Donale ogni giorno un sorriso,
        quando l'incontri
        nelle sue passeggiate,
        coccolala con dolci parole.

        Lei le riconoscerà,
        e il suo sorriso
        sarà più bello del sole.

        Aspetterò il mio dolce fiore,
        ho scelto per noi una piccola stella
        brillante e felice,
        dove passare l'eternità.

        Non dimenticartene mai, amico mio.

        Il suo sorriso fa vivere me,
        e fa vivere la vita.
        Ricordati...
        Roberto Perin
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Silvana Stremiz

          Ricordo

          Ricordo quando...
          Vorrei trovare qualcosa
          che ti nasconda alla mia mente,
          scavando nel mio ricordo di bimbo,
          svuotando la mia cassettina
          di giocattoli impolverata.

          Vorrei cercare un pensiero
          che possa farti oscurare.

          La spiaggia bruna
          del mio primo bacio.

          Una coccola di Gemma,
          la mia maestra d'asilo.

          L'occhiolino della mia prof,
          mentre scrive un voto regalato.

          Le foto di una gita
          con gli amici di scuola.

          Un pensiero spinto
          di una rivista nascosta.

          Granelli.

          Granelli di sabbia
          che non creano una breccia.

          Nella mia mente
          ogni tua parola
          è una pietra d'oro,
          ogni tua immagine
          é un fascio di luce che mi penetra,
          ogni tua carezza
          è una lancia che mi affonda.

          Parole, immagini, carezze,
          in un faro che farà luce
          per sempre nella mia vita.

          Nessun ricordo anche il più felice,
          riesce a scalfirlo, oscurarlo.

          Ricordo
          quando noi due eravamo a...
          Roberto Perin
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di