Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Silvana Stremiz

Infinito

Infinito
Mi hai donato,
ti ho donato.

In un letto di bianche
lenzuola di stelle,
brilla la verginità
della tua anima.

Nelle tue braccia
mi sento vestito di vita.
Non voglio possederti,
essere posseduto.

Voglio amare, concepire
un anello di gioia,
uno di sincerità,
felicità, amore, complicità.

Un anello tuo,
un anello mio.

Ogni giorno, ogni attimo,
per far crescere una catena,
che termini all'infinito.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Silvana Stremiz

    All'improvviso

    Un fulmine...
    Un albero squarciato in una
    notte di stelle.

    Una ferita ricama la
    dura corteccia come
    una parola incide
    la bianca carta.

    Le foglie vivono,
    si aggrappano al cielo.
    Le radici nella
    terra più profonda.

    Con i più bei sogni
    presi dal cielo,
    i più bei sogni presi
    dalla terra,
    l'albero vive.

    Non c'è stata la morte
    da quel fulmine
    a ciel sereno,
    ma solo
    la speranza e il sogno
    che la tua lama
    incida e si affondi
    per togliere
    i ricordi da quelle
    foglie attaccate al cielo
    e da quelle radici
    avvinghiate alla terra.

    Credo che amerei anche
    la tua lama che mi taglia...
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Silvana Stremiz
      Il tuo sorriso...
      Voglio pensare
      un attimo
      prima di scalare montagne,
      sprofondare negli abissi,
      bruciarmi nel fuoco
      per arrivare al sole.

      Voglio pensare
      un attimo
      prima d'essere vincitore
      della più alta montagna,
      dell'abisso più profondo,
      del fuoco più infernale.

      Voglio pensare
      un attimo
      prima di fare tutto ciò.

      Voglio prima
      capire
      se anche oggi
      conquisterò per te
      il sorriso,
      la gioia,
      la felicità.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Silvana Stremiz

        Solo tu

        Non c'è tela
        su cui sia fissata
        la luce dei tuoi occhi,
        non c'è foto in cui sia
        impressa la tua gioia,
        non ci sono testimoni
        che possano raccontare
        la tua felicità.

        Solo l'ombra dell'albero
        che ti ha protetta
        conosce il tuo sorriso,
        solo la luce del sole
        che ti ha scaldato
        ha sentito i tuoi brividi,
        solo la cicala
        con la sua serenata
        ha vibrato delle tue emozioni.

        Un grappolo di note,
        cade dalla mia mano
        sulle bianche
        nuvole di un piano...
        Solo. Solo...
        Solo tu nella mia mente.
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Silvana Stremiz

          Un albero, un prato verde...

          Le mie lacrime fredde,
          tristi,
          nello specchio delle tue.

          Se avessi ascoltato
          le loro voci,
          avrei udito disperazione,
          sgomento.

          Sul tuo viso,
          sul mio viso,
          lacrime
          in una processione di morte,
          per portare con se
          il feretro della felicità.

          Ho visto lacrime
          nascere per poi
          svanire nel nulla,
          svanire oltre il giorno,
          la notte, il tempo.

          Svanire
          per arrivare nel nulla,
          come dal nulla
          è nata la felicità.
          Vota la poesia: Commenta