Scritta da: Andrea De Candia
Lontano all'aperto adagiata
nel sonno.
Fuggitiva
col grave bagaglio d'amore.

Un ambito lieve di sogni
come un parasole
nella verità.

Notte
notte
la veste corporea
tende il suo vuoto
mentre cresce lo spazio
via dalla polvere senza canto.

Mare
con profetiche lingue di spuma
rotola
sopra il sudario
finché il sole semina di nuovo
il dolore dardeggiante dei secondi.
Nelly Sachs
Composta venerdì 22 maggio 2015
Vota la poesia: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di