Questo sito contribuisce alla audience di

Le migliori poesie di Giuseppe Bartolomeo

Professore di lingue, nato venerdì 27 agosto 1943 a Cirigliano (MT) (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Frasi per ogni occasione e in Proverbi.

Scritta da: GIUSEPPE BARTOLOMEO

Trovai il mio cammino

In un giorno di quell'Agosto afoso
mi dissi senza timore:
se vuoi trovare il tuo cammino
all'ombra, vai dritto al fiume,
troverai pioppi verdeggianti,
pini nostrani nell'azzurro,
cicogne spigolando sulla riva,
occhi neri pieni di malinconia.

Camminai ascoltando il vento,
giocando con i tristi giunchi,
guardando l'acqua scendere
su ciottoli del tempo.
Camminai insieme alle nuvole,
mi specchiai su diamanti di luce,
lavai il giorno di sudore
sotto un salice senza colori.

Finì il calore di Agosto,
finì anche il cammino
pieno di more rosse
e una lucertola amica.
Trovai il mio cammino
sotto pioppi centenari.
Lasciai la mia bisaccia
piena di silenzi e
di passato.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: GIUSEPPE BARTOLOMEO
    Ho visto un uomo
    danzare col toro
    dietro una mantilla
    di una donna sola.
    Era il sogno
    d'una notte chiara
    col passo doble
    e morte amara.
    Correvano le ombre
    all'odore del sangue,
    las banderillas d'oro
    e musica di chitarra.
    Il torero danzava
    con grida ardenti
    inchiodando la spada
    nel muto silenzio.
    Gridano ancora
    il toro e la luna
    e il sole dorme
    in caverna oscura.
    Ho visto l'uomo
    danzare col toro:
    il giorno e la notte
    in canto d'amore.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: GIUSEPPE BARTOLOMEO

      Viaggio con la memoria

      Con il Land-Rover come casa
      chilometri di polvere sulla faccia
      schiere di galline faraoni
      tanti fuochi bruciando
      nel bosco.

      Camminavo tra villaggi e foreste
      bevevo linfa di palme silvestri
      cacciavo gazzelle e facoceri
      dormendo nella nebbia
      alcune notti,

      Mangiavo con gli amici di sempre
      vecchi mozambicani prudenti
      con piedi nudi e occhi svegli
      ascoltando storie e proverbi
      della gente.

      Rivivo il viaggio con la memoria
      scoprendo intorno al fuoco
      un mondo vecchio come il cuore
      giovane come il primo giorno.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: GIUSEPPE BARTOLOMEO

        Sotto la pioggia

        Cade la pioggia su nuovi deserti
        purifica l'aria senza anima.
        Un vecchio seduto sotto i portici
        aspetta uno sguardo e un soldo
        per ammazzare l'ultimo sogno.

        Scende con la pioggia una colomba
        becca la luce rimasta fra le ombre.
        Un bambino si sforza per chiamarla
        un fruscio d'ali rompe la speranza
        mentre la pioggia cade nelle mani.

        Attimi di silenzio nelle strade
        per ascoltare cadere delle gocce
        gonfie della tristezza del giorno
        e rotte da ombre senza volto.

        Cade la pioggia anche negli occhi
        feriti da cartelli pubblicitari.
        Un autobus ti porta alla memoria
        che la vita è un lungo viaggio
        con biglietto d'andata e ritorno.

        Sotto l'ombrello ritorno a casa
        non vedo più il cielo lontano.
        Lo sento camminare sull'ombrello
        cantando un falso ritornello
        tanto familiare come bello.
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: GIUSEPPE BARTOLOMEO
          Sono sbocciati fiori gialli
          nel giardino sotto le scale:
          margherite baciano il vento,
          il profumo penetra in casa.

          Il mattino rompe il giorno
          aprendo svelto la persiana,
          volano le vecchie cicogne
          sul muro nuovo della strada.

          Le api si alternano sui fiori
          le formiche s'affannano in basso,
          una lucertola si riscalda al sole:
          io guardo senza dire parola.

          Sono sbocciati fiori gialli
          nel giardino piene di stelle,
          le mie mani cercano rifugio
          in qualcosa che ho dentro.

          Non so ancora se è un fiore
          o una voce perduta nel cuore.
          Sono certo che sono un uomo
          in cerca di un fiore senza nome.
          Vota la poesia: Commenta