Area Riservata

Poesie di Fiorella Cappelli


poesia postata da: Fiorella Cappelli, in Poesie (Poesie d'Autore)

Un Regalo Inaspettato

C'è un Presepe nella stanza
del tuo cuore dolorante
è un rinnovo la speranza,
è cometa scintillante.

Bianca neve ed un giaciglio
un bambino è appena nato
lì accanto vi è un coniglio
che lo scalda col suo fiato

Non c'è bue né somarello
ma simpatico e sincero
a scaldare il Bambinello
il leprotto tutto nero

Il regalo è... inaspettato
che Giuseppe e che Maria
Tutto avrebbero pensato...
men che a questa compagnia...

Chi lo spiega ora al buon Dio
che tu piangi e che stai male
che vuoi indietro, amore mio
quel regalo di Natale...

Scende un angelo dal cielo
ora asciuga le tue gote
v'è un messaggio sul suo velo
"avrà un prato di carote".
-- Fiorella Cappelli (scheda)
Composta
martedì 10 dicembre 2013
Riferimento:
Amore per gli animali.
Dedica:
Dedicata ad uno speciale, giovane coniglietto nero che in pochi anni ha donato e ricevuto tanta gioia e affetto e a mia figlia che lo ha amato tanto. Ciao, Ninetto.


poesia postata da: Fiorella Cappelli, in Poesie (Poesie d'Autore)

Manachino delizioso

Celato, la seduce con le ali
nell'umida foresta nebulosa
tra fitte arboree chiome e temporali
il canto è dedicato all'amorosa.

A becco chiuso, tra penne speciali
il capo rosso è un petalo di rosa.
Soffici, gialle piume pettorali
con eleganza, sembra che sia in posa.

Un suono melodioso si propaga
nel timbro di un violino: è primavera
la danza inizia, e sessuale appaga

sfregando a tempo, piume zigrinate.
La passera, all'incanto di preghiera
concede amore... tra le serenate.
-- Fiorella Cappelli (scheda)
Composta
giovedì 21 marzo 2013
Dedica:
Il sonetto è dedicato al Manachino Delizioso, un piccolo uccello presente in America centrale, che possiede la particolarità di emettere un suono, a becco chiuso sfregando le ali, simile a quello di un violino.

poesia postata da: Fiorella Cappelli, in Poesie (Poesie d'Autore)

Carezze sfogliate

Tra le mani, antico e nuovo
avvolto da carezze sfogliate
nell'aprire la mente
nel sostare sul cuore
accogli
scalza, in punta di piedi
sospesa da bianche ali...
la fantasia
a condividere, leggiadra, la breve vita di farfalle
che rincorre tra le tue pagine...
Ci disseti, dall'arsura del sapere
offrendoci la fonte di ogni tuo ruscello
che scorre, tra il verde della speranza
tra bianche, levigate pietre di saggezza
e rinvigorisce la cultura
nel mare della conoscenza
assottigliando e confondendo
la linea dell'orizzonte
che sposa, nuvole di luce.
-- Fiorella Cappelli (scheda)
Composta
sabato 23 marzo 2013


poesia postata da: Fiorella Cappelli, in Poesie (Poesie d'Autore)

Al Chiaror della Luna

Al chiaror della luna
denudo le mie paure.
Mi avvolgono le ceneri
dei tanti universi
dove anime sognatrici vagano,
senza tracciare impronte.
Tra arabeschi di colore
ardono desideri proibiti...
Chino il capo alla notte
celo il mio pudore, tra le mani,
trattengo il respiro del mio ventre
e come un lenzuolo vissuto,
attorcigliato cordone ombelicale...
ti porto con me.
-- Fiorella Cappelli (scheda)
Composta
domenica 21 ottobre 2012
Riferimento:
Libera ispirazione  tratta dall’opera “Pudore Pudore” di Franco Betti

Fai pubblicità su questo sito »