Questo sito contribuisce alla audience di

Le migliori poesie di Dante Alighieri

Scrittore, poeta e politico, nato lunedì 1 giugno 1265 a Firenze (Italia), morto domenica 14 settembre 1321 a Ravenna (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi.

Scritta da: Silvana Stremiz

Amore e 'l cor gentil sono una cosa

Amore e 'l cor gentil sono una cosa,
sì come il saggio in suo dittare pone,
e così esser l'un sanza l'altro osa
com'alma razional sanza ragione.
Falli natura quand'è amorosa,
Amor per sire e 'l cor per sua magione,
dentro la qual dormendo si riposa
talvolta poca e tal lunga stagione.
Bieltate appare in saggia donna pui,
che piace a li occhi sì, che dentro al core
nasce un disio de la cosa piacente;
e tanto dura talora in costui,
che fa svegliar lo spirito d'Amore.
E simil face in donna omo valente.
dal libro "Vita nova" di Dante Alighieri
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Silvana Stremiz

    Ne li occhi porta la mia donna Amore (Vita Nova, XXI)

    Ne li occhi porta la mia donna Amore,
    per che si fa gentil ciò ch'ella mira;
    ov'ella passa, ogn'om ver lei si gira,
    e cui saluta fa tremar lo core,
    sì che, bassando il viso, tutto smore,
    e d'ogni suo difetto allor sospira:
    fugge dinanzi a lei superbia ed ira.
    Aiutatemi, donne, farle onore.
    Ogne dolcezza, ogne pensero umile
    nasce nel core a chi parlar la sente,
    ond'è laudato chi prima la vide.
    Quel ch'ella par quando un poco sorride,
    non si po' dicer né tenere a mente,
    sì è novo miracolo e gentile.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Silvana Stremiz
      Perché ti vedi giovinetta e bella,
      tanto che svegli ne la mente Amore,
      pres'hai orgoglio e durezza nel core.
      Orgogliosa sè fatta e per me dura,
      po' che d'ancider me, lasso, ti prove:
      credo che 'l facci per esser sicura
      se la vertù d'Amore a morte move.
      Ma perché preso più ch'altro mi trove,
      non hai respetto alcun del mì dolore.
      Possi tu spermentar lo suo valore.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Silvana Stremiz

        Vede perfettamente onne salute

        Vede perfettamente onne salute
        chi la mia donna tra le donne vede;
        quelle che vanno con lei son tenute
        di bella grazia a Dio render merzede.
        E sua bieltate è di tanta vertute,
        che nulla invidia a l'altre ne procede,
        anzi le face andar seco vestute
        di gentilezza, d'amore e di fede.
        La vista sua fa onne cosa umile;
        e non fa sola sé parer piacente,
        ma ciascuna per lei riceve onore.
        Ed è ne li atti suoi tanto gentile,
        che nessun la si può recare a mente,
        che non sospiri in dolcezza d'amore.
        dal libro "Vita nova" di Dante Alighieri
        Vota la poesia: Commenta