Poesie di Barbara Brussa

Nato martedì 7 luglio 1970 a Venezia (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Barbara Brussa

Straniera

Ho abbracciato stelle,
cadute
da cieli di fantasia.
E baciato sogni
che credevo esclusivi.

Mi son tuffata
nell'infinito del mare,
a carpirne i nascosti tesori.
Fino a sbucciarmi l'anima,
ho scalato montagne di roccia,
per arrivare alla luna.

Ora, nel pugno, stringo
soltanto
il prezzo che paga
chi osa credere e cercare
il "di più".

In questa vita,
capace di offrire null'altro
che banali illusioni
ed effimere magie,
io mi sento straniera.

Figlia di un cielo senza nome,
che osserva i miei voli
con occhi immortali,
vago irrequieta
in questi luoghi terreni,
incapace di trovar pace.
Barbara Brussa
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Barbara Brussa

    Tramonta la luna

    Tramonta la luna
    su di noi
    Le stelle si sfaldano
    sulla ripa del cielo

    Scivola via polvere d'oro
    dalle mani
    della notte stravolta

    Un soffio di vento
    e non rimane null'altro
    che un lontano ricordo

    Resto da sola a suonare
    una melodia inventata
    in un istante di follia

    Una lacrima solitaria
    senza fretta s'allunga
    su un letto di labbra

    andando a morire
    su un sorriso a metà
    che ostinato ancora sussurra
    Amore mio ti amo.
    Barbara Brussa
    Composta lunedì 9 settembre 2013
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Barbara Brussa

      Nel sogno di noi

      Ad ogni tramonto di luce,
      nella curva della realtà
      laddove svolto
      su sterminati campi di fiaba,
      io t'incontro.

      Sogno di rincorrere farfalle
      su prati d'azzurro dipinti,
      mentre stendo l'immenso
      lenzuolo dei miei desideri
      nel breve perimetro
      degli occhi tuoi.

      Sogno baci di pelle di pesca,
      che colano lenti
      dalle labbra tue
      per fermarsi sulle mie
      a dare un senso
      all'eterno cercare.

      E se anche il tuo passo
      ora ti porta lontano,
      ci sarà sempre qualcosa
      che rimane per non farmi morire:

      t'incontro ogni notte
      nel sogno vissuto di Noi,
      e nel seno dell'anima mia,
      prodigiosamente, rifiorisce
      quel diffuso albore di sole,
      nelle tenebre assopito.
      Barbara Brussa
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di