Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: NikkiPinki
Credo che nulla possa
sfuggire
al controllo del cuore.
Quell'organo posto nella cavità toracica
che tutti hanno.
Forse.
Credo che nemmeno Tu,
che me lo hai rubato
puoi fuggire da esso...
nemmeno Tu
puoi credere di esserne immune.
Da quello che comanda.
Da quello che vuole che tu faccia.
E vai
per mari... e Sirene.
E non ti fermi mai.
Tra pochi giorni
valigie e cartoline.
Tra chissà quanto
le tue parole...
E leggere numeri
che fanno male
e vedere foto
e Tu.
Non ti voglio
E chi lo dice che sei lì?
E chi mi dice che non pensi a me?
E se i baci che regali fossero per me?
E sto bene
facendomi male
di te.
E come si può, la notte,
dopo risate e sabbia
stare qui?
A volte penso
che è il Cuore
che comanda.
E mi chiede spesso
di te.
Che gli dico?
"Prima o poi..."
Vota la poesia: Commenta