Poesie di Angiolina Macrì

Infermiera profesionale, nato martedì 22 dicembre 1970 a Giffone (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi.

Scritta da: Angy70

Il cuore dei disabili

Potrò anche essere "disabile" nei miei movimenti.
Potrò anche arrivare nelle azioni mie quotidiane dopo di te.
Potrò metterci un po' di più a capire le cose rispetto a te.
Potrò non correre veloce come te... o magari non correre affatto...
Potrò stare in piedi con più difficoltà di te, oppure no,
non potrò stare in piedi sulle mie gambe
ma seduto su una carrozzina.... ma lo stesso.... cammino
Potrò non parlare con la "voce" ma saranno i miei occhi a parlare per essa...
occhi che non mentono e non dicono bugie.
Potrò non sentire con le orecchie...
ma posso sentire il calore di un abbraccio sincero e vero...
se solo, tu, ti degnassi di abbracciarmi.
Potrò non vedere.... ma riesco ugualmente a sentire la fresca ebrezza dell'aria,
il rumore delle onde che s'infrangono sul mare, il profumo dei fiori.
Posso anche immaginare il meraviglioso azzurro del cielo.
Posso percepire anche i sentimenti di chi mi sta vicino grazie al mio "sesto"
senso più sviluppato rispetto a chi è "normale"...
E poi, e poi nonostante i miei limiti che tu vedi come "difetti"
da evitare e al massimo provarne pena... io so amare e so vivere...
so capire cosa veramente conta...
e questo, molti non riescono nemmeno a "partorirla" come idea,
presi dalla loro certezza di essere perfetti.
Sapete cose vi dico? Io sono più perfetto/a di tutti voi
messi insieme che non capite....
e sapete perché? perché io "disabile" a differenza di voi ho un cuore...
un cuore vero... un cuore senza limiti.... un cuore senza nessun tipo di "disabilità,
perché la peggior disabilità è quella del cuore.
Io non sono disabile...
Ma" diversamente" abile...
la mia abilità sta nell'avere un grande cuore.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Angy70

    A te

    A te che sei il mio unico grande amore.
    A te che sei il mio ieri, il mio presente, il mio domani
    a te che mi lasci con il fiato sospeso.
    A te che fai perdere un "colpo" al mio cuore.
    A te che mi fai vivere la vita come in un soffio,
    come un alito di vento,
    come il veloce battito di ali di una farfalla.
    Come se tutto fosse solo un attimo e invece è l'infinito.
    A te che anche tra le lacrime mi fai sorridere.
    A te che hai reso e "rendi"
    la mia vita sempre più piena e mi fai vivere
    un'eterna avventura senza esclusioni di colpi.
    A te che non mi fai conoscere mai la noia,
    sempre di corsa, sempre a cercare quel qualcosa in più
    che possa rendere tutto più facile
    anche se sappiamo che non lo è.
    A te che mi dai la forza per lottare,
    insieme a te, anche quando vorrei arrendermi.
    A te che sei semplicemente la mia vita.
    Angiolina Macrì
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Angy70

      Ci sono le scelte

      Ci sono le scelte
      e poi c'è la scelta per amore
      quella che sai potrebbe
      spezzarti il cuore
      ma tu a quella scelta
      non vuoi dire no
      non hai anzi voluto dire no
      ti ci butti anima e cuore
      in quella scelta
      e la vivi
      e quando pensi al destino
      forse crudele forse no
      lo continui a combattere come puoi
      sei forte tu
      e hai preferito
      a una semplice scelta
      la tua scelta per amore.
      Angiolina Macrì
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di