Questo sito contribuisce alla audience di

Vedo al buio

Ho smesso da tempo di aprire le finestre.
Non mi interessa chi c'è fuori
e non voglio che nessuno veda se sono dentro.
Il giorno ormai mi fa paura
e la notte me la faccio piacere perché il giorno è finito,
ma mi fa paura perché lascerà il posto al nuovo giorno.
E poi la notte non mi interessa,
la vivo rinchiuso,
come il giorno,
è come se avessi gli occhi chiusi
pur non avendoli chiusi.
Composta domenica 5 ottobre 2014
Vota la poesia: Commenta

    Rimango ancora un poco a letto

    L'amante di stanotte
    rimette addosso gli abiti.
    Come era diversa
    quando si spogliava
    e mi ammiccava.
    Adesso è assente,
    fa tutto molto in fretta.
    Si veste e fuma,
    aspira in modo forte.
    Non ha neppure bisogno di truccarsi,
    non c'è più da conquistare un uomo,
    fino a stasera ridiventa donna e basta.
    Lascia un biglietto col suo numero,
    ripiega e mette nella borsa la meritata banconota.
    È a casa nuova
    dopo avere visto la nostra notte da sopra un comodino.
    Passa di mano ma solo alla mattina.
    Saluta e se ne va,
    adesso sono solo,
    posso fumare anch'io,
    ma aspiro lentamente.
    Composta domenica 5 ottobre 2014
    Vota la poesia: Commenta

      In due più uno sul divano

      E come te anche lui stasera,
      semisdraiato sul divano
      fra una sciocchezza e l'altra alla tivù
      rifletterà sulla vostra storia.
      Sulla vita da amanti,
      vita in fondo da perdenti.
      Forse
      soltanto a letto in quella camera d'albergo
      vorrebbe che il tempo non passasse.
      L'andata ed il ritorno
      invece
      vorrebbe cancellarli.
      E tu,
      con me vicino,
      ti rodi dai dubbi,
      gli parli
      come se fosse qui con noi.
      Lo lasci e lo riprendi cento volte in mia presenza
      mi chiedi che farei se fossi in te.
      Ti dico "niente" per non doverti dire che ti butterei le braccia al collo per la vita.
      Capisco
      è dura la vita dell'amante,
      ma forse è peggio quella di suo migliore amico
      e confidente.
      Composta venerdì 3 ottobre 2014
      Vota la poesia: Commenta