Poesie di Alexandra Romano

Studente, scrittrice, cantante interprete, nato lunedì 29 marzo 1999 a Napoli (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Alexandra Romano

Amore interminabile

Mi domando quanto tempo ancora
durerà questo amore,
esisterà mai una fine di questo ardore?
Una fine di questa passione?

Il sentimento che provo è troppo grande,
ogni emozione che vivo è talmente intensa.
Questo amore per me è davvero importante,
proviene dal cuore più profondo.

Da questa malattia non mi posso disintossicare,
è l'unico modo che ho per continuare a sognare.
Voglio volare in alto,
da lui,
e far sì che rimanga sospesa tra le nuvole,
per sempre.
Lì, con lui.

Non voglio mai atterrare;
con lui voglio sognare.
Solo amandolo
posso continuare a sollevarmi.
Solo amandolo,
riuscirò a continuare a vivere.
Alexandra Romano
Composta martedì 24 maggio 2016
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Alexandra Romano

    Amico

    Amico è colui che ti manca,
    quando lontano da te è,
    senza sosta.

    Amico è colui che ti ascolta,
    colui che sa
    ma non accusa...
    Mai.

    Amico è colui che è fisicamente lontano,
    ma sempre con te,
    vicino.

    Ed è la mancanza,
    vasta sempre più d'un orizzonte,
    che fa crescere la tristezza.

    La nostalgia che talvolta lascia spazio alla malinconia,
    o a un po' di allegria.
    Alexandra Romano
    Composta mercoledì 20 aprile 2016
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Alexandra Romano

      Napoli

      Napoli,
      il cui tesoro è il mare,
      che chi passa non può non notare.

      Napoli,
      il cui tesoro è il panorama,
      l'ideale per chi ama.

      Napoli,
      la città della bontà e dell'amore,
      che chiunque visita non se ne può non innamorare.

      Napoli,
      artefice di una prelibatezza infinita:
      la pizza margherita.

      Napoli,
      una meraviglia del mondo,
      più bella d'un incanto.

      Napoli,
      chiunque verrebbe qui,
      e non se ne andrebbe più.
      Alexandra Romano
      Composta domenica 31 maggio 2015
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Alexandra Romano

        In un immenso campo verde

        In un immenso campo verde ti penso,
        tra un fresco sospiro di vento
        ed un luminoso raggio di sole;

        tra un leggero pensiero
        che mi folgora la mente,
        ed un intenso desiderio
        che sembra muovermi il ritegno.

        Questo sottile e soave soffio di vento,
        che a volte mi tramanda malinconia,
        a volte nostalgia.

        Respiro l'ossigeno
        ed il profumo dell'erba umida,
        che adesso mi fa sentire meglio.
        Respiro la vita,
        il sole.
        E ti penso.

        Ora all'ombra di un albero
        insieme a questo tepore
        di mezz'estate,
        con qualche piccola macchia di luce
        che illumina l'ombra qua e là,
        mi sento davvero bene.

        Allora è proprio vero che la natura è ispirazione,
        che è pura vitalità,
        capace di contagiare chiunque.
        La natura è arte,
        capace di arrivare a chiunque.
        Alexandra Romano
        Composta lunedì 11 aprile 2016
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Alexandra Romano

          Ricordo...

          Ricordo noi due insieme come fosse ieri,
          quando bastava un semplice sorriso per ridere insieme,
          quando bastava uno sguardo per vivere.

          Ricordo quei tuoi occhi,
          che brillavano così tanto,
          che emanavano amore,
          così tanto.

          Ricordo quel tuo viso,
          così dolce,
          così sincero
          così innamorato.
          Nella mia vita, quel volto, era un bagliore,
          un bagliore splendido.

          Ricordo te,
          le tue attenzioni,
          le nostre emozioni.

          Quanto eri innamorato di me,
          e quanta luce quel tuo sorriso
          rifletteva nel mio cuore.
          Quanto valeva per me il tuo amore,
          e quanto vale: sempre di più.
          Quanto era rilevante per me la tua presenza,
          e quanto lo è ora la tua assenza...

          Quando mi mancavi,
          e sentire la tua voce era già abbastanza.
          Mentre ora mi manchi,
          e posso soltanto farmi compagnia con il nostro ricordo.
          Mentre ora mi manchi,
          e non so più che farmene di un ricordo,
          come polvere
          soffiata via da un leggero spiraglio di vento;
          ho bisogno di un presente,
          ho bisogno di te!
          E non soltanto nel cuore e nella mente.
          Alexandra Romano
          Composta lunedì 7 dicembre 2015
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di