Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Alexandra Romano

Nato lunedì 29 marzo 1999 a Napoli (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Alexandra Romano

In un immenso campo verde

In un immenso campo verde ti penso,
tra un fresco sospiro di vento
ed un luminoso raggio di sole;

tra un leggero pensiero
che mi folgora la mente,
ed un intenso desiderio
che sembra muovermi il ritegno.

Questo sottile e soave soffio di vento,
che a volte mi tramanda malinconia,
a volte nostalgia.

Respiro l'ossigeno
ed il profumo dell'erba umida,
che adesso mi fa sentire meglio.
Respiro la vita,
il sole.
E ti penso.

Ora all'ombra di un albero
insieme a questo tepore
di mezz'estate,
con qualche piccola macchia di luce
che illumina l'ombra qua e là,
mi sento davvero bene.

Allora è proprio vero che la natura è ispirazione,
che è pura vitalità,
capace di contagiare chiunque.
La natura è arte,
capace di arrivare a chiunque.
Composta lunedì 11 aprile 2016
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Alexandra Romano

    Ricordo...

    Ricordo noi due insieme come fosse ieri,
    quando bastava un semplice sorriso per ridere insieme,
    quando bastava uno sguardo per vivere.

    Ricordo quei tuoi occhi,
    che brillavano così tanto,
    che emanavano amore,
    così tanto.

    Ricordo quel tuo viso,
    così dolce,
    così sincero
    così innamorato.
    Nella mia vita, quel volto, era un bagliore,
    un bagliore splendido.

    Ricordo te,
    le tue attenzioni,
    le nostre emozioni.

    Quanto eri innamorato di me,
    e quanta luce quel tuo sorriso
    rifletteva nel mio cuore.
    Quanto valeva per me il tuo amore,
    e quanto vale: sempre di più.
    Quanto era rilevante per me la tua presenza,
    e quanto lo è ora la tua assenza...

    Quando mi mancavi,
    e sentire la tua voce era già abbastanza.
    Mentre ora mi manchi,
    e posso soltanto farmi compagnia con il nostro ricordo.
    Mentre ora mi manchi,
    e non so più che farmene di un ricordo,
    come polvere
    soffiata via da un leggero spiraglio di vento;
    ho bisogno di un presente,
    ho bisogno di te!
    E non soltanto nel cuore e nella mente.
    Composta lunedì 7 dicembre 2015
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Alexandra Romano

      Se...

      Sarebbe magnifico poter accorciare le distanze,
      e ridurre ogni mancanza.

      Se la gente restasse,
      invece che scappare ogni giorno.

      Se la gente imparasse a perdonare,
      e continuasse ad amare
      senza pensieri,
      senza sgomento,
      senza paure!
      Se lottassimo di più per amore,
      e per una volta, provassimo ad amare sconfinatamente.

      Se apprezzassimo di più
      i gesti che troppe volte non scorgiamo,
      per distrazione, o semplicemente per superficialità.
      Se osassimo davvero
      per ciò che agogniamo.
      Se insistessimo per risolvere un'incomprensione,
      anziché imperversare o tralasciare,
      forse, così riuscirebbe a diffondersi più amore.

      Se serbassimo meno segreti in noi...
      Se il nostro sorriso fosse incondizionato...
      Se vivesse in eterno,
      soprattutto quando un motivo non c'è.

      Se al amore dessimo la rilevanza che merita,
      l'amore, che è la cosa più bella nella nostra vita.

      Se evitassimo di celare il nostro cuore e rischiassimo di più,
      non privandoci di occasioni talvolta preziose.
      Fuggire non ci renderà più forti,
      senza l'amore
      siamo come il mare senza il sale,
      come le calde notti d'estate senza le stelle...
      come un paradiso senza gli angeli.
      Composta lunedì 30 novembre 2015
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Alexandra Romano

        No, non senza te

        Lascerò che il tempo passi,
        che la tua immagine si disperda nella mia mente,
        che il tuo amore anneghi nel mio cuore.

        Lascerò che la vita avanzi,
        che vada avanti.
        Mesta, vana,
        senza te;
        piena e immensamente appagante,
        se tu ci sei.

        Forse ci proverò,
        a non pensarci,
        a non pensarti,
        a non volerti,
        non amarti.

        Ma forse non ci riuscirò,
        fervore,
        passione,
        amore...
        Io ti voglio,
        ti percepisco...
        t'avverto dentro:
        ti amo!
        E senza te non trovo paradiso.

        Ho provato a non pensarti,
        forse,
        ma non ricordo,
        se ci ho provato...
        se con abulia ho tentato...
        E semmai ci avessi soltanto provato,
        per una frazione di secondo,
        la mente me ne impedisce il ricordo,
        un ricordo quasi inimmaginabile,
        quasi inesistente.

        Ci ho forse provato a non pensarti?
        Ma come?
        Ma quando?
        Quando mai ho provato a farlo?
        Come avrei potuto?
        Non avrei vissuto.
        Come avrei potuto?
        Mai avrei voluto.
        Non avrei mai amato.

        Perché mi sarei dovuta dannare?
        A cercare dove non c'è da cercare,
        senza te.
        Laddove non c'è niente,
        dove non esiste più nulla.

        Forse, il mio pensiero per te,
        è destinato ad essere imperituro.
        Forse è l'amore,
        che ci lega indissolubilmente...

        L'unica lealtà è che io non voglio,
        e mi sono astenuta per natura.
        Io non ti voglio via,
        non voglio che tu risieda nella nostalgia,
        o che sia parte della malinconia,
        io voglio che tu sia nella mia vita.
        Mia dolce armonia.
        Composta sabato 13 febbraio 2016
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Alexandra Romano

          Maratea

          E mi ritrovo qui,
          seduta dinanzi all'incantevole paesaggio di Maratea.
          Impossibile descrivere questo tramonto,
          così immenso e così pieno d'incanto,
          Impossibile descrivere il verde di queste montagne,
          che sposandosi con l'azzurrissimo mare,
          diventano un panorama talmente avvolgente;
          che con il suo fascino,
          è capace di incantare chiunque.
          Non lo si può guardare,
          senza innamorarsi della sua rara bellezza;
          non lo si può ammirare,
          senza accorgersi del mare e della sua brillantezza.
          Non si può non cedere alle emozioni che esso regala,
          alle sensazioni che trasmette per il corpo.
          Qui, respirando il profumo della natura,
          montana e marina;
          privandomi del tumulto di città,
          ascoltando il silenzio,
          interrotto dal solo suono delle cicale.
          Qui, osservando una splendida costa,
          contornata di trasparente mare blu...
          provo ad immedesimarmi in questo silenzio prezioso,
          lasciando spazio solo a questa meraviglia tanto vistosa.
          Composta venerdì 31 luglio 2015
          Vota la poesia: Commenta