Poesie di Alessandro Bruzzi

Agente Immobiliare, nato mercoledì 2 luglio 1975 a Carrara (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: BrutalBruzzi

La mia Città... (Dragontown)

Vorrei capire dove
la mia mente
vuole  portare i miei desideri,
non riesco ancora a vedere
la mia Città.
La Città dei draghi
mi aspetta,
devo entrarci
là  è dove la solitudine non può
trovare il percorso
dei miei sogni.
È nella Città dei
Draghi che dimorano
i Cristalli dell'Amore.
Alessandro Bruzzi
Composta mercoledì 20 marzo 2002
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: BrutalBruzzi

    Io ricordo te! (I remeber you!)

    Il ricordo io lo sento,
    è come un tuono che annuncia il temporale...
    il ricordo io lo vedo,
    è come una vecchia fotografia sfocata...
    Voci, volti, suoni, canti, parole
    La tua pelle sulla mia pelle
    Gli occhi, gli sguardi, i colori, le pupille...
    Il tuo soffio, il mio soffio
    Respiri, sussurri, capelli...
    Non riesco a cancellare la mia mente
    è come se ci fosse un insetto che non riesco a cacciare via
    Io ricordo te
    Chissà se mi hai mai pensato...
    Io ricordo te
    Sulla spiaggia, sulla sabbia, sull'asfalto
    Io ricordo te
    e le tue labbra rosso fuoco, la pelle biancastra
    Io ricordo i tuoi passi, li sento ancora
    Io ricordo te malgrado tutto
    Oltre il dolore, la rabbia, il pianto
    Io ricordo le tue dita,
    i tuoi palmi, i tuoi polsi...
    La mia vita non vuole dimenticare
    Non smette mai di sognare
    La mia vita eri tu
    o lo sei stata
    o non lo sei più
    La mia vita è un ricordo infinito
    è un eterno tornare indietro...
    voglio bruciare i miei pensieri
    nelle fiamme della passione!
    Alessandro Bruzzi
    Composta domenica 29 settembre 2002
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: BrutalBruzzi

      Io non sò più...

      Io non so più
      Dove posso trovare l'Amore,
      dov'è l'Odio, dov'è l'Indifferenza...
      Io non so più
      Piangere nelle notti d'Estate,
      non so più dove trovare pace...
      non so più cos'è la guerra,
      non so più sorridere, ridere.
      Non chiedetemi chi sono,
      non so più qual è la mia anima...
      Io non so più
      Il mio nome,
      Dov'è me stesso,
      non so più dove abito,
      non so più perdermi,
      ritrovare la strada...
      Io non so più guardare,
      non so più fare a meno di vedere,
      non so più né leggere e né scrivere,
      non so più fare a meno di pensare.
      Io non so più
      Dormire,
      non so più risvegliarmi,
      e sognare.
      Io non so più amare,
      non so più odiare,
      e non posso fare a meno di gridare.
      Io non so più cos'è Vita,
      cos'è Morte,
      non posso fare a meno dei battiti del mio cuore.
      Io non so più
      Se c'è tanto tempo,
      se il tempo è già scaduto.
      Io non so più camminare e corro,
      e non posso fare a meno di fermarmi.
      Io non so più dimenticare,
      non riesco a ricordare.
      Io non so più dove sono,
      e mi vedo nitido
      in una realtà che mi accompagna.
      Alessandro Bruzzi
      Composta venerdì 5 luglio 2002
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: BrutalBruzzi

        Immaginarti...

        Immaginarti come
        Un riflesso sull'acqua del mare
        Cercare i tuoi occhi
        Nel colore dell'Alba di un mattino
        Sentire il profumo
        Dei tuoi capelli nella brezza
        Essere consapevoli di un amore
        Troppo forte da sopportare
        Sentire l'eco delicato della tua voce
        Che si imprime nella mente
        Immaginarti come
        Un sogno che svanisce
        Per far posto alla realtà della tua bellezza
        Che prende forma
        Come un'onda che si staglia sulla riva
        Come la sabbia bagnata
        Cercare il tuo calore
        La tua pelle
        Entrare nella tua anima
        Per non uscirvi più...
        Immaginarti
        Per come
        Sei tu!
        Alessandro Bruzzi
        Composta martedì 29 maggio 2001
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di