Scritta da: Brunason

Sulla soglia

Ecco, si è schiusa una porta.
Solo un piccolo spiraglio.
Da quanto tempo era serrata!

Intravedo le ombre,
oscure, dolenti,
dal tempo passato.

Il respiro ancora spezzato,
soltanto un poco.
Ma ecco, riprendo il controllo.

Ho sbirciato nel recente passato,
dolce e amaro.
Conturbante, pacificante.

E sorrido.
E ringrazio.
E ritorna la pace.
Ada Ferrante
Composta sabato 2 gennaio 2010
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Brunason

    Parlare di te

    Vedo ancora quel giorno,
    nitido e chiaro,
    quando ti vidi:
    ma quale poesia!

    Solo un giovane serio,
    chiuso e scontroso:
    un istrice irsuto,
    muto e irritato.

    Un principe offeso,
    sdegnato signore,
    mischiato per sbaglio
    ai comuni mortali.

    Imbronciata, stupita
    ti guardavo, seccata:
    "Da dove è caduto?
    L'han mandato o è venuto?"

    Infastidita, annoiata
    cercavo un pretesto,
    un appiglio, una scusa
    per far la smorfiosa.

    Quanto tempo è passato!
    Chi disprezza ha comprato!
    Chi l'avrebbe mai detto?
    Un istrice e un furetto.

    Da allora fin qui,
    accigliata e ammaliata,
    io ti spio ogni dì.
    E non certo annoiata!

    Il segreto è intatto:
    ti conosco, straniero.
    Familiare ed arcano,
    Che profondo mistero!

    E ancora, impaziente,
    cerco un po' di attenzione
    Di riserbo e rarità
    sei un vero campione!
    Ada Ferrante
    Composta lunedì 26 dicembre 2005
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Brunason

      Semplicemente così

      Sulle ali della fantasia
      una piccola margherita
      diviene un ombrello.
      Assai più ambita
      di un bel alberello.

      E sulle ali di un pettirosso
      lieve e felice,
      tu voli cantando,
      anticipando, sfrecciando,
      l'aquila maestosa.

      Licenza poetica,
      dove il cielo è più azzurro
      e il mare spumeggia
      rivaleggiando gagliardo
      con il vento rombante.

      Ne senti l'odore salmastro
      e ne vedi il colore
      tra l'indaco e il blu.
      E stupita ascolti
      il silenzio del vento.

      Le nuvole si rincorrono
      allegre e giulive
      e i prati son verdi,
      rigogliosi e fioriti
      perfino d'inverno.

      Il grano ondeggia
      in autunno inoltrato.
      Suoni e colori
      di certo vedrai:
      son vividi e intensi.

      Aromi e sapori
      si spandon fragranti.
      Profumi odorosi,
      tra sogno e magia.
      Magica malia della poesia!
      Ada Ferrante
      Composta lunedì 26 dicembre 2005
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Brunason

        Perla

        Se ti guardo, sorrido.
        Mi commuovo e ripenso
        ai tuoi giorni lontani.

        Ti rivedo piccina,
        sento ancora i tuoi passi
        delicati e leggeri.

        La risata e la posa
        un po' civettuola
        e un po' sbarazzina.

        Sorridente, ammiccante.
        Appena nata,
        vezzosa.

        Ammaliavi, incantavi.
        Un sorriso solare.

        E correvi, correvi.
        Che bella birbante.

        E ora già donna,
        ormai pronta a volare.

        Una perla rosata,
        elegante e preziosa.
        Ada Ferrante
        Composta lunedì 21 dicembre 2009
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di