Frasi inserite da Carla Compierchio

Questo utente ha inserito contributi anche in Poesie, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Carla Compierchio
Piccola, stretta nelle proprie braccia e intorno a lei il silenzio, rotto solo dal suo respiro e dal battito del suo cuore che sembrava scoppiarle nel petto. Avrebbe voluto gridare, ma le parole non uscivano, non si formavano, sembrava che la lingua non riuscisse a trasformare in parole il suo pensiero e così anche la sua gola secca. Una piccola donna il cui grido di aiuto era il silenzio. Il silenzio di un pesce fuori dall'acqua che muove la bocca, ma nessuno lo sente.
Composta venerdì 23 maggio 2014
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Carla Compierchio
    Certi profumi, certi colori, certe parole, non si dimenticano mai. Si insinuano a volte anche "prepotentemente" nel nostro cuore e lì restano, come radici impossibili da estirpare. Sì perché noi crediamo di aver dimenticato ma non è così, è tutto lì, "accantonato", e basta che il pensiero sfugga al tuo controllo e tutto torna alla "ribalta"
    Composta lunedì 19 maggio 2014
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Carla Compierchio
      È proprio vero che gli occhi sono come uno specchio e non nascondono nulla a chi sa "leggerli". "Interpretano" perfettamente l'anima, sono "traditori" dei silenzi perché loro l'inganno e la falsità non l'hanno imparata e sanno gridare ciò che il cuore vorrebbe tacere. Non affidatevi a ciò che la bocca urla, interpretate ciò che gli occhi sanno svelare perché loro sono gli unici che si lasciano "corrompere" dall'anima.
      Composta lunedì 19 maggio 2014
      Vota la frase: Commenta
        Scritta da: Carla Compierchio
        Noi mamme speciali siamo belle, nelle nostre insicurezze e nelle nostre paure. Belle, nella stanchezza della sera o al mattino con le occhiaie, perché abbiamo trascorso la notte a "consolare". Siamo belle nel nostro essere leonesse, anche con le mani "infermiere" che tremano, negli angoli delle nostre bocche quando abbozziamo un sorriso "che domani andrà meglio". Siamo belle quando "nude" di fronte al dolore e spesso di nascosto, piangiamo lacrime d'amore, quando pensiamo di non farcela e cadiamo ma poi ci rialziamo sempre e continuiamo ad amare, a sognare e a urlare, sì a urlare perché la vita ci deve ascoltare!
        Composta martedì 6 maggio 2014
        Vota la frase: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di